L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

lunedì, 26 giugno 2017

Pronta la casa per donne e bambini in difficoltà

Inaugurata la casa San Silvbetro a Civ itanovaCIVITANOVA - La nuova casa per donne e mamme in difficoltà, inaugurata questa mattina a Civitanova Alta in vicolo San Silvestro dall'Amministrazione comunale, è stata anche l'occasione per ricordare la storia e le battaglie spesso difficili e aspre per il sociale che l'hanno vista nascere negli anni Ottanta.

Attorno alla San Silvestro, stamattina si è unita e si è stretta tutta la comunità civitanovese, tantissime persone che fanno parte di associazioni, parrocchie e i comuni dell'Ambito territoriale. Insieme al sindaco Tommaso Claudio Corvatta e al presidente della Regione Luca Ceriscioli, c'erano il vicesindaco Giulio Silenzi e l'assessore Postacchini, il consigliere regionale Francesco Micucci, il presidente del Consiglio comunale Daniele Maria Angelini, il consigliere Lidia Iezzi, tutto lo staff dell'asp Paolo Ricci, dai dipendenti al Cda ed ex presidenti e direttori che hanno traghettato l'ex orfanotrofio fino ad oggi, azienda alla persona all'avanguardia in tanti settori del sociale.

Commozione ed emozioni sono affiorate durante i discorsi delle autorità, prima del taglio del nastro dalle parole del sindaco Corvatta che ha ringraziato uno ad uno chi ha contribuito a far diventare realtà, questa struttura destinata al sociale, che era chiusa dal 1995. Il vicesindaco Silenzi ha ricordato la sua personale battaglia per garantire i diritti di accoglienza ai malati di mente in un'epoca in cui venivano relegati ed emarginati ed ha letto la lettera del figlio Emanuele, che vive e lavora a Verona dove si occupa proprio di persone svantaggiate, e che ha voluto essere vicino al padre in questo giorno di gioia e soddisfazioni per l'apertura di un servizio che qualifica il grado di civiltà della comunità.

Il centro diurno e residenziale ha circa 12 posti letto, è costato circa 500 mila euro ed è stato ristrutturato anche con i fondi della Regione Marche. Coinvolti l'Ambito territoriale XIV rappresentato da Carlo Flamini, l'ufficio tecnico comunale, i Servizi sociali (presenti il dirigente Giacomo Saracco, il funzionario Antonella Castellucci, e tutte le assistenti sociali). E' stato proprio il governatore delle Marche a sottolineare il bell'esempio di questa casa per donne sole e di come, con la collaborazione di enti e istituzioni, si possano fare cose davvero importanti. “Questo centro dimostra che la comunità è fondata su valori forti – ha detto – e con queste basi si può vincere qualsiasi sfida. Garantire dignità a chi è in difficoltà ci dice quale sia il nostro orizzonte di valore e descrive la nostra identità. Mi complimento con tutta l'Amministrazione e con tutti quelli che hanno lavorato al progetto”. Ad occuparsi della gestione della struttura saranno gli operatori del Paolo Ricci, le cui professionalità sono state descritte dal presidente Sergio Andrenacci.

La struttura è stata benedetta dal don Alberto Spito e don Ginesio Cardelli. All'interno ci sono i quadri realizzati da artisti locali, che hanno ricevuto una pergamena di riconoscimento per la partecipazione al concorso artistico di selezione. Questi i nomi: Benito Cicchinè, Antonio Remonti, Tiziana Cardarelli, Salvatore Negro, Rosanna Ciminari, Nicola Fioretti, Carla Terracciano, Alayde Spernanzoni, Massimo Radaelli, Anna Donati e Elisa Conestà.  

 

Commenti:

loading...

Acqua

Efficienza delle reti idriche, Macerata batte tutti

Efficienza delle reti idriche, Macerata batte tutti

MACERATA -  Si parla spesso delle perdite idriche nel nostro Paese che lasciano per strada oltre 1 miliardo di metri cubi di oro blu, ma pochi sanno che esistono tante realtà virtuose. ...

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.