L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

lunedì, 27 marzo 2017

Lanieri, abiti su misura da uomo: un 2016 da record

Bon Ton lanieriPROMOREDAZIONALE - Per la start up fondata da Simone Maggi e Riccardo Schiavotto, Lanieri, è stato davvero un 2016 da record.

L'azienda, dopo aver ricevuto un finanziamento di 3 milioni di euro da un pool di lanifici biellesi, ha infatti chiuso lo scorso anno con un fatturato del 200% in più rispetto ai dodici mesi  precedenti. Del successo del primo e-commerce italiano di abiti su misura made in Italy sono le cifre a parlare: il numero dei clienti lo scorso anno è triplicato e gli ordini, aumentati del 150%, arrivano da oltre 50 Paesi diversi in cui è presente il servizio. Certamente sono nati ben sei nuovi atelier in altrettante grandi città del mondo ma a fronte di un acquisto in negozio sono 1,5 gli acquisti fatti sulla piattaforma online. Un segnale che certamente incoraggia a proseguire e incentivare la vendita attraverso lo store, accessibile a chiunque in qualsiasi momento e in qualsiasi parte del mondo.

La chiave del successo di questa azienda può essere certamente riscontrata nell'unione tra innovazione e tradizione. Il prodotto proposto da Lanieri è infatti uno dei capisaldi della tradizione sartoriale italiana, l'abito da uomo su misura, realizzato in Italia da professionisti del settore con i materiali più pregiati. D'altra parte però i fondatori hanno puntato sull'idea di portare questo prodotto ovunque sia possibile grazie alle nuove tecnologie, rendendo accessibile a chiunque ricevere direttamente a casa un capo d'abbigliamento unico, creato secondo i propri gusti e le proprie necessità attraverso pochi e semplici passaggi online.

Abito LanieriUna linea di pensiero che ha certamente ripagato in fatto di cifre, con un trend crescente costante. Se infatti l'Italia rimane il Paese con il maggior numero di ordini, ben il 69% del totale, è all'estero che si vede una crescita più veloce. Tra i Paesi più virtuosi si possono notare la Francia, che con circa l’11% degli ordini è il secondo miglior risultato dopo il Bel Paese, ma anche gli Stati Uniti con il 6% e la Germania con il 5%.

Infine di grande rilevanza per l'azienda è il fatto che il cliente, dopo aver acquistato un prodotto Lanieri, rimane fedele al brand. Anche nell’ultimo anno infatti si è potuto notare che la clientela non si è limitata ad un singolo acquisto. Ben il 51% di coloro che avevano portato a termine un primo acquisto, nell'arco dell'anno ne hanno effettuato un secondo, soddisfatti del prodotto e incoraggiati dalla semplicità del processo d'ordine online.

“Nel 2017 ci focalizzeremo sempre di più sull’aumento della nostra base clienti internazionali - specialmente negli USA, un mercato che ci riserva ampi margini di sviluppo - e sull'introduzione di nuovi prodotti, come chinos e pullover per i quali stiamo ricercando i giusti produttori. Per molti, ordinare un capo su misura con i migliori tessuti italiani rappresenta ancora un processo irragionevolmente lungo, dispendioso e complesso ed è proprio sulla semplificazione di questo iter d’acquisto che stiamo costruendo la forza del nostro servizio e la fiducia dei nostri clienti”ha commentato Simone Maggi.

Commenti:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.