L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

venerdì, 25 maggio 2018

Centinaia di assunzioni indebite, denunciati 53 dirigenti della Regione Marche

MARCHE - Centinaia di assunzioni indebite, la Guardia di Finanza di Macerata, in stretto coordinamento con la Procura della Repubblica di Ancona, denunciano 53 dirigenti delle Regione Marche.

Avrebbero permesso l’assunzione a tempo indeterminato di 776 lavoratori, contravvenendo anche alla norma di rango costituzionale che prevede l’ingresso alle dipendenze della P.A. per concorso.

Le attività investigative svolte hanno permesso di acclarare che i dirigenti denunciati hanno causato una spesa per l’ente Regione che, alla data di ultimazione delle indagini, è stata stimata in euro 121.792.009,55 , pari, cioè, all’importo degli emolumenti corrisposti ai dipendenti indebitamente stabilizzati.

Le indagini, durate per oltre 18 mesi su tutto il territorio regionale attraverso lunghi e articolati esami testimoniali e documentali, hanno fatto emergere sistematiche e diffuse violazioni costituenti reato. In particolare, i dirigenti denunciati hanno, prima di tutto, eluso la normativa di settore, omettendo di predisporre i previsti “Piani triennali del fabbisogno del personale”, documento fondamentale per consentire alla Regione Marche di preventivare le necessità di personale da assumere. Tale omissione ha consentito la “stabilizzazione” indebita di 776 dipendenti già assunti a tempo determinato.

In molti casi, inoltre, non sono state attivate le necessarie procedure di concorso pubblico, mentre in altri si è proceduto alla predisposizione di “bandi fotografia”, cioè veri e propri provvedimenti illeciti, formati esclusivamente per assumere dipendenti predeterminati. In tali bandi, infatti, i requisiti previsti sono stati “fotografati” su quelli effettivamente posseduti dai lavoratori interessati, arrivando persino a pubblicare il relativo bando di concorso il giorno successivo a quello in cui il dipendente da stabilizzare aveva maturato i requisiti indicati.

Accertate irregolarità anche nei confronti di 11 lavoratori, come sopra “stabilizzati”, avendo falsamente attestato in atti, il possesso di requisiti in realtà non posseduti. Tutti sono stati denunciati. In un caso si è proceduto a denunciare il lavoratore per il reato di truffa aggravata.

Commenti:

Ristorante MedEATerraneo

        

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.