Accessori di telefonia clonati a prezzi stracciati, sequestri e multa per oltre 25mila euro

Il titolare, un cittadino cinese, è stato denunciato all'Autorità Giudiziaria per i reati di contraffazione e ricettazione

254

Al termine di approfondimenti avviati per individuare la commissione di illeciti, la Guardia di Finanza di Fermo ha sequestrato, in due distinte operazioni, svolte a fine settembre e fine novembre, oltre 2.500 prodotti tra cover, auricolari senza filo, batterie, carica-batterie ed altri accessori per smartphone, tutti articoli marchiati con noti brand com Apple, Samsung, Huawei che, qualora venduti, avrebbero fruttato proventi illeciti per circa 100mila euro.

L’esercizio commerciale sulla Ss 16 Adriatica a Porto Sant’Elpidio, accanto ad attività lecite (riparazione di smartphone e sostituzione schermi ecc.), attirava numerosi clienti offrendo accessori contraffatti molto richiesti, perché assolutamente identici agli originali, a prezzi stracciati.

Il titolare, cittadino cinese, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per i reati di contraffazione e ricettazione ed è stato segnalato alla Camera di Commercio per la definizione del contesto amministrativo di una sanzione fino a 25.823 euro.