Alla Fermana il Torneo Velox, Ancona battuta ai rigori

267

I calci di rigore spezzano l’equilibrio in favore della Fermana.

Fatale l’errore di Nyarko, la Fermana sul trono. L’Ancona si mangia le mani per aver mancato l’obiettivo che sembrava a portata di mano. Fermana in vantaggio al 12’ con il bravo Cutini. L’Ancona non molla ed al 17’ mancano con Antonucci la deviazione vincente sugli sviluppi di un calcio d’angolo calciato dalla sinistra. Un minuto dopo Florea impegna a terra il numero uno dei canarini Ottaviucci. Il pari è nell’area ed arriva al 24’, Florea ci mette la firma. Cresce l’Ancona tanto che al 29’ i dorici mancano con Moretti un gol fatto .Nella ripresa sostanziale equilibrio con le difese abilissime nel neutralizzare gli attacchi. Anche se alla scadere canarini ad un passo dal gol con Massaroni. Si rendono necessari i tempi supplementari che regalano al 10’ una ghiotta opportunità a Moretti ma Ottaviucci risponde da campione. Nel secondo tempo supplementare al 5’ Di Ruscio impegna severamente il portiere dorico Bastianelli poi la lotteria dei calci di rigore con la Fermana spietata dagli undici metri.

Mister Ripani tecnico della Fermana: “Vittoria ai rigori, ma penso che abbiamo vinto con pieno merito per quello che si è visto non solo nella finale ma in tutto il percorso del Velox 2014”.

Grande soddisfazione trapela da tutto l’entourage della società canarina per il grande successo raggiunto. La vittoria del trofeo Velox, contro un forte avversario come l’Ancona ne è una tangibile dimostrazione che la “cantera” canarina a soli pochi mesi di attività abbia già fornito ottimi frutti. Artefici di questa meritata vittoria in primis sono i protagonisti che scendono in campo, i valorosi ragazzi, guidati da un preparato tecnico come Fabio Ripani. Il mister ha grande merito in questo successo per il grande lavoro effettuato con i giovani in tutto l’arco della stagione. Prezioso il supporto del collaboratore tecnico Cristian Piergentili, dei dirigenti Enrico Recchioni, Raul Rarlatoni, Stefano Squadrini, senza dimenticare la collaborazione logistica di Andrea Posctacchini e Roberto Carletti. Vittoria che immette fiducia al sodalizio canarino, pronta a ripartire con grande entusiasmo verso la prossima stagione ricca d’ impegni. Già al lavoro per programmarla al meglio il responsabile del settore giovanile Pierluigi Paolini, il direttore generale Fabio Massimo Conti in collaborazione con il direttore sportivo Max Fanesi.

ANCONA 5 FERMANA 6 (Dopo t.s. e calci di rigore)

ANCONA: Bastianelli, Mauro Paci, Simone Baldini, Antonucci, Simone Baldini (2’ts Nyarko), Matteo Paci, Florea, Cinque, Pellonara (13’ st Bassotti), Rampino, Moretti

A disp.: Martiri, Tereziu, Serpentini, Recanatini, Mercuri. All.: Bertarelli

FERMANA: Ottaviucci, Donnari (3’ st Belleggia), Massaroni, Giacomozzi, Belleggia, Iena, Felicetti, Silvi (7’ st Monterubbiano), Cutini, Zacheo (18’ st Cudini), Di Ruscio

A disp.: Klappani, Bastiani, Marziali, Malaspina. All.: Ripani

ARBITRO – Sacchi di Macerata

ASSISTENTI – Staffolani – Gigli

RETI – 12’ Cutini, 24’ Florea Nei calci di rigore la Fermana in gol con Massaroni, Di Ruscio, Belleggia, Cutini, Iena. Per l’Ancona ha sbagliato Nyarko, ha segnato Simone Baldini, Mauro Paci, Moretti, Bassotti.

NOTE – Spettatori duecento circa. Ammoniti: Simone Baldini, Massaroni, Giacomozzi. Angoli 3-3. Tempi di recupero: 1’+3’