L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

mercoledì, 21 novembre 2018

‘Una storia di mani”, a Senigallia il forum dei volontari della Lega del Filo d’Oro

SENIGALLIA - “Dammi la tua mano… vedi? Adesso tutto pesa la metà” così diceva il compositore francese L. Delibes.

E proprio al valore delle mani – molte volte, unico canale di comunicazione e contatto con il mondo esterno per le persone sordocieche – è dedicata la 9a edizione del Forum nazionale dei volontari della Lega del Filo d’Oro, “Una storia di mani”, che prende il via oggi, a Senigallia, e durerà fino a domenica 14 ottobre.

Il Forum nazionale dei volontari della Lega del Filo d’Oro è un importante appuntamento triennale dedicato a quelle persone che, con costanza e impegno, supportano l’Associazione, le persone sordocieche e le loro famiglie. Questo evento è un’occasione di incontro, conoscenza, testimonianza e scambio di esperienze, che vedrà la partecipazione di quasi 150 volontari, provenienti dalle diverse sedi dell’Associazione, in rappresentanza di tutti i volontari della “Lega”.

Il ruolo del volontario è fondamentale perché aiuta la persona sordocieca a sentirsi partecipe della propria vita oltre la disabilità.  Nel corso del 2017 i volontari della Lega del Filo d’Oro hanno dedicato oltre 50mila ore di servizio all’Ente. Rappresentano un valore inestimabile e insostituibile, una vicinanza concreta alle persone assistite e ai loro familiari. Il loro impegno quotidiano consente all’Ente di accrescere l’offerta di molteplici attività ricreative e di socializzazione e di garantire servizi sempre migliori.

“Il titolo del forum ‘Una storia di mani’ è pensato per chi, nel proprio operato di volontario, deve saper creare un equilibrio tra le proprie e le altrui competenze, rispettando la personalità e le emozioni di chi riceve aiuto” - afferma Rossano Bartoli,Presidente della Lega del Filo d'Oro. “I volontari sono una risorsa irrinunciabile e rappresentano un prezioso supporto nelle attività dei Centri Residenziali e dei Servizi Territoriali. Desidero ringraziarli per il tempo che mettono a disposizione dei nostri utenti e delle loro famiglie, nelle attività di sensibilizzazione e di raccolta fondi e mi auguro che siano sempre di più coloro che decidano di entrare a far parte della nostra Associazione”.

In Italia, secondo l'ultimo rilevamento ISTAT[1], 1 italiano su 8 sostiene organizzazioni di volontariato, del terzo settore e di cittadinanza attiva. Nel 2017 il numero di volontari attivi della Lega del Filo d’Oro ha raggiunto il massimo storico, pari a 652 unità (+7% rispetto al 2016), con un’età media di circa 46 anni e una prevalenza di donne.

I volontari ricoprono un ruolo centrale in quanto rappresentano proprio quel “filo sottile” che unisce chi non vede e non sente al resto del mondo e la Lega del Filo d'Oro dedica molta attenzione alla loro formazione e aggiornamento attraverso un percorso formativo personalizzato, grazie al quale si apprendono i vari sistemi di comunicazione utilizzati con le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali e le problematiche da affrontare per poter affiancare in modo efficace il personale nelle diverse attività.

I VOLONTARI DELLA LEGA DEL FILO D’ORO

I volontari della Lega del Filo d’Oro possono favorire la partecipazione attiva della persona sordocieca in qualunque contesto, svolgendo il ruolo di guida negli accompagnamenti, di intermediario con il mondo esterno e di punto di accesso alle informazioni. Oltre che ai volontari diretti, che prestano il loro servizio a stretto contatto con la persona sordocieca e pluriminorata psicosensoriale, alla Lega del Filo d’Oro si dà ampio spazio al volontariato indiretto a supporto di eventi promozionali, di raccolta fondi, di sensibilizzazione e informazione. Il Settore Associativo e Volontariato coordina il reclutamento dei volontari, la loro attività e la formazione a livello centrale. In tutte le sedi della “Lega” è presente un referente dedicato. Ai volontari è richiesta la disponibilità a svolgere un servizio con cadenza settimanale o quindicinale: la costanza è fondamentale soprattutto nel volontariato diretto, in quanto le persone assistite credono molto nella relazione con il volontario. I soggiorni estivi inoltre, che rappresentano una delle attività storiche della Lega del Filo d’Oro, vengono realizzate proprio grazie al contributo fondamentale dei volontari.

 

LA CAMPAGNA DI RACCOLTA FONDI “UNA STORIA DI MANI” PER SOSTENERE I LAVORI DI COSTRUZIONE DEL SECONDO LOTTO DEL NUOVO CENTRO NAZIONALE DELL’ASSOCIAZIONE

Ridurre i tempi di attesa per le diagnosi e le cure riabilitative, accogliere un numero maggiore di persone adulte sordocieche che vivono alla Lega del Filo d’Oro in regime di residenzialità sono due tra i principali obiettivi che si potranno raggiungere quando anche i lavori di costruzione del secondo lotto del nuovo Centro saranno terminati. Per sostenere il più grande progetto mai realizzato dalla Lega del Filo d’Oro, l’Associazione ha lanciato la campagna “Una storia di mani” a cui tutti possono contribuire con un sms o chiamata da rete fissa al 45514 fino al 31 dicembre. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Wind, Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Coop Voce e Tiscali e di 5 o 10 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TIM, Wind, Tre, Fastweb, Vodafone e Tiscali, di 5 euro per ciascuna chiamata fatta sempre al 45514 da rete fissa TWT, Convergenze e PosteMobile.

Solidarietà

A Natale regala golosità per aiutare l’entroterra ferito dal sisma

A Natale regala golosità per aiutare l’entroterra ferito dal sisma

MACERATA - Il progetto #Uniamoci a sostegno delle aziende e dei territori colpiti dal sisma in questi mesi non si è fermato.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.