L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

domenica, 18 agosto 2019

Tragedia di Corinaldo, Marche in lutto: molte iniziative rinviate

ANCONA - Molte le iniziatve rinviate dopo la tragedia di Corinaldo dove sei persone, 5 ragazzini e una mamma, hanno perso la vita (LEGGI ARTICOLO).

SENIGALLIA La città di Senigallia ed il suo territorio sono in lutto per la terribile tragedia che si è verificata nel locale Lanterna Azzurra di Corinaldo nella quale hanno perso la vita sei persone e numerosi ragazzi sono rimasti feriti anche in modo serio. Ci stringiamo intorno alle famiglie delle vittime e ne condividiamo il grande dolore. Come segno di lutto per un dramma che ha profondamente colpito l'intera comunità locale abbiamo deciso di cancellare tutte le iniziative programmate per oggi e di spegnere tutte le illuminazioni natalizie.

ANCONA Gli eventi previsti per oggi e domani nel programma natalizio sono annullati in segno di vicinanza e di lutto nei confronti delle giovani vittime di Corinaldo e delle loro famiglie.

MARCHE La Regione Marche ha deciso in modo unanime di annullare la manifestazione della Giornata delle Marche, un momento di festa che si sarebbe dovuto tenere domani, perché domani sarà giornata di lutto per tutta la regione.

CIVITANOVA - Luci spente in città dopo la morte dei cinque ragazzi e di mamma Eleonora nella discoteca di Corinaldo. Decisione comunicata dal sindaco Fabrizio Ciarapica dalla Piazza della Libertà a Civitanova Alta dove era prevista l’avvio delle manifestazioni natalizie delle luci dell’albero e delle e luminarie (l’accensione era già programmata in maniera automatica). “Un giorno di dolore, una tragedia a pochi chilometri da noi che ha sconvolto tutta la comunità – ha detto Ciarapica. Siamo qui insieme e il nostro pensiero è rivolto alle sei vite spezzate e alle loro famiglie e a cui dedichiamo un momento di raccoglimento nel silenzio”.

MACERATA - Anche a Macerata, come in tanti altri luoghi d’Italia, verrà osservato un minuto di silenzio per commemorare le vittime della tragedia di Corinaldo ed esprimere vicinanza ai familiari delle persone scomparse. Una tragedia che è costata la vita a sei persone, circa una sessantina i feriti, nella notte tra venerdì e sabato, dopo un fuggi fuggi generale nella discoteca Lanterna Azzurra, dove si sarebbe dovuto esibire il noto rapper Sfera Ebbasta. L’Amministrazione comunale di Macerata ha infatti deciso di osservare un minuto di silenzio alle 17, prima dell’inaugurazione del presepe meccanico di Castelsantangelo sul Nera salvato dal terremoto del 2016. La riflessione del sindaco Romano Carancini e il suo cordoglio: “È il Natale delle lacrime che non si asciugano, del dolore che travolge le nostre comunità, delle morti a cui non credi e che non ti spieghi, della speranza che il silenzio, la meditazione e lo spirito vero e profondo della festa del Natale aiuti ad attraversare anche questo momento così buio. Restino lontano tutte le divisioni. Per questo sono certo che l’inaugurazione stasera in città del nostro presepe natalizio assuma oggi significato ancor più autentico. Ai familiari delle vittime, Ai Sindaci di Senigallia, Fano e Frontone e agli altri sindaci delle persone ferite e alle loro comunità il più sentito cordoglio personale e soprattutto della città che rappresento. Un pensiero particolare lo dedico al sindaco di Corinaldo a cui sono particolarmente vicino comprendendo il suo stato d’animo e al quale dico di reagire con la forza naturale del senso di responsabilità dei sindaci.”

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.