L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

domenica, 24 marzo 2019

Inaugurato alla stazione di Ancona il 'Treno della memoria'

ANCONA - Inaugurato il “Treno della Memoria”, due vagoni allestiti con documenti e immagini sulle persecuzioni razziali e la Shoah posizionati al binario 1 Ovest della Stazione di Ancona.

L'iniziativa fa parte del programma di eventi, che si terranno fino al 27 gennaio, organizzati nell'ambito delle celebrazioni per il “Giorno della memoria” dall'Anpi Marche con la collaborazione di Regione, Consiglio regionale, Comune di Ancona, e il patrocinio di vari enti e associazioni. “Un ringraziamento all'Anpi per il costante impegno nell'organizzazione di questa e delle altre iniziative - ha sottolineato il presidente dell'Assemblea legislativa nel corso dell'inaugurazione – che si svolgeranno nei prossimi giorni”. Mastrovincenzo ha ricordato i diversi eventi in calendario. “Il Consiglio regionale si riunirà, il 24 gennaio, in seduta aperta per celebrare, come ogni anno, il Giorno della Memoria coinvolgendo le scuole che hanno partecipato al concorso nazionale del Miur”. Nel pomeriggio dello stesso giorno “parteciperemo – ha evidenziato il presidente - a un importante convegno organizzato dall'Istao a Villa Favorita ”. Un altro appuntamento è in programma il 25 gennaio. “Verranno disvelate in quattro punti di Ancona le pietre d'inciampo ideate dell'artista tedesco Gunter Demnig in memoria delle vittime delle persecuzioni nazifasciste”. Il presidente dell'Assemblea legislativa ha, infine, ringraziato tutti gli enti e le associazioni “che stanno contribuendo alla realizzazione delle iniziative” e la comunità ebraica “con la quale da anni collaboriamo”. In mattinata Mastrovincenzo ha ricevuto a Palazzo delle Marche Gunter Demnig, i rappresentanti della comunità ebraica di Ancona, Marco Ascoli Marchetti e Manuela Russi, e Marco Labbate, curatore dell’aspetto storico scientifico del progetto. Nel corso dell'incontro sono stati ricordati e condannati i recenti episodi di oltraggio alle pietre d’inciampo in alcune città italiane ed estere. Al termine Gunter Demnig, per il terzo anno consecutivo nelle Marche, ha posizionato le pietre d’inciampo, che verranno “disvelate” la prossima settimana, in via Astagno, via Bernabei, corso Garibaldi e piazza Cavour. L’artista nel corso di 26 anni di attività ne ha collocate oltre 70 mila in diversi Paesi del mondo.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.