L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

lunedì, 24 giugno 2019

Percepiva una 'super' pensione, denunciato sindacalista

ASCOLI PICENO - Operazione 'pensioni sicure', guardia di finanza di Ascoli Piceno denuncia un sindacalista.

Il “trucchetto” per aggirare la norma, noto quale truffa ai danni dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, è tornato oggi di “attualità” nella provincia di Ascoli Piceno. Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza, infatti, ha denunciato all’Autorità Giudiziaria un sindacalista per il reato di “Truffa ai danni dello Stato”, consentendo l’avvio delle procedure di confisca di quanto dallo stesso indebitamente percepito, in oltre 8 anni, dall’I.N.P.S., per circa 103mila euro ed il conseguente “blocco” di futuri benefici pensionistici.

Determinanti sono stati i contributi di intelligence forniti dal Nucleo Speciale Spesa Pubblica e Repressione Frodi Comunitarie di Roma, che, all’esito di una approfondita analisi su una mole rilevante di dati ed elementi, ha consentito l’avvio dei riscontri operativi sull’ipotesi dell’indebita percezione di pensione integrativa da parte di un dipendente pubblico iscritto ad organizzazione sindacale. Ed è in questo specifico ambito che gli accertamenti demandati al Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Ascoli Piceno, esperiti anche con il ricorso ai poteri istruttori attribuiti al Corpo dalla normativa antiriciclaggio, hanno ricostruito le ipotizzate irregolarità in capo al sindacalista, il quale, solo nell’ultimo anno di effettivo impiego, aveva ricevuto una consistente retribuzione per un'attività aggiuntiva, invero mai svolta.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.