Ascoli rimontato e sconfitto a Venezia, gli ultras: “Allenatore non all’altezza, si dimetta”

112

L’Ascoli dopo un buon primo tempo crolla drasticamente nella ripresa e resta impelagato nella parte bassissima della classifica.

Aramu e Fiordilillo ribaltano la rete di Pucino e regalano al Venezia una vittoria meritata. Gli uomini di Bertotto in vantaggio al primo tiro in porta, hanno subito rischiato di subire il pareggio, fino a quando quello dei lagunari è diventato un vero e proprio assalto.

E nella ripresa, gli ospiti si sono sciolti subendo il ribaltamento.

TABELLINO

Venezia (4-3-2-1): Lezzerini, Mazzocchi, Modolo, Ceccaroni, Felicioli (29’ st Molinaro), Taugordeau, Fiordilino, Maleh (28’ st Crnigoj), Capello (15’ st Di Mariano), Aramu (35’ st Cremonesi), Forte (35’ st Bocalon). A disp. Pomini, Ferrarini, Marino, Rossi, St Clair, Bocalon, Karlsson, Svoboda. All. Paolo Zanetti.

Ascoli (3-5-2): Leali, Brosco, Avlonitis, Spendlhofer (34’ st Vellios), Pucino, Saric, Cavion (34’ st Gerbo), Sabiri, Kragl (16’ st Pierini), Chiricò (34’ st Cangiano), Tupta (13’ st Bajic). A disp. Ndiaye, Sarr, Ghazoini, Matos Pinho, Eramo, Sini, Lico. All. Valerio Bertotto.

Reti: pt 13’ Pucino; st 10’ Aramu, 23’ Fiordilino.

Pesante il commento dei tifosi del Picchio: “Gli ultras dell’Ascoli non tollereranno più prestazioni indecorose da parte della squadra. L’allenatore non è all’altezza del nostro blasone e deve presentare immediate dimissioni. La società deve essere coerente e prendere decisioni forti ed orientate al raggiungimento di prestazioni degne dell’Ascoli Calcio”.