Aveva aggredito la ex a Senigallia: arrestato sul treno per la Calabria

Si tratta di un 40enne di origini georgiane, ora è in carcere

187

La donna che lui ha aggredito è ancora ricoverata in prognosi riservata all’ospedale Torrette di Ancona, e lui, il suo aggressore, stava fuggendo il Calabria.

Fermato in Basilicata il presunto responsabile di un’aggressione a una donna avvenuta sul lungomare di Senigallia pochi giorni fa: è un 40enne di origine georgiana che in passato aveva avuto una relazione con la vittima.

L’uomo è stato fermato dalla Polizia ferroviaria di Metaponto a seguito di un controllo a bordo di un treno diretto in Calabria: dalla banca dati è emerso che il 40enne era ricercato dal Commissariato di Senigallia ed è stato quindi fermato e portato nel carcere di Matera, in attesa della convalida da parte del tribunale.

Su di lui pendeva un provvedimento per il fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica di Ancona. L’aggressione risale al 28 ottobre, sul lungomare Mameli. In pieno giorno l’uomo aveva preso la ex, anche lei georgiana, a calci e pugni, scaraventandola a terra e procurandole gravi lesioni interne.