Capecci è l’uomo Vigor, Forsempronese battuta di misura

148

ECCELLENZA – Fantastica Vigor Senigallia: a Fossombrone disputa una partita pressoché perfetta e vince 1 a 0.

Gol partita realizzato da un sempre più decisivo Andrea Capecci. La sua è una rete che vale quadruplo: per la prestazione esibita nonostante le assenze, alcune all’ultimo minuto, per il morale dopo alcuni kappao immeritati, per la classifica tornata subito sorridente e per ricordare a tutti ancora una volta che questa squadra ha tutte le carte in regola per puntare alla salvezza.

La banda-Giuliani torna dalla sfida sul campo della Forsempronese con un sorriso a centoventotto denti. Trentadue non bastano, sessantaquattro nemmeno. Ce ne vogliono il doppio del doppio. Capitan Giraldi e compagni hanno vinto e convinto, partendo a razzo, dominando e gestendo la gara fino in fondo, stavolta senza subire una rimonta beffa, come quella che aveva gelato tutti nelle ultime due gare casalinghe. Dopo una settimana caratterizzata anche dal comunicato stampa molto forte scritto dal presidente Mandolini – in risposta ad alcuni commenti ritenuti dal primo tifoso rossoblu eccessivamente negativi per quello che era ed è lo stato delle cose – sin dal calcio d’inizio si capisce che sarà una Vigor Senigallia tostissima nonostante la giovanissima età nell’undici iniziale e nonostante le pesanti assenze forzate (Giovagnoli, Cuomo, Carloni, Simone Gregorini e, all’ultimo momento, anche Zandri).

Alla prima azione vera, Cissè viene lanciato alla perfezione verso la porta avversaria, costringendo il portiere locale all’uscita disperata e fallosa fuori dell’area: rosso per Ditommaso (al 3’) e partita che continua in 10 contro 11. La Vigor sfrutta bene la superiorità. Fa girare rapidamente il pallone a centrocampo e quando trova il varco punge in verticale. A metà della prima frazione dopo un’ottima azione corale Capecci viene messo solo davanti al portiere, l’attaccante colpisce di sinistro a botta quasi sicura, ma la sfera va sbattere sul palo. La Vigor di oggi però è pressoché perfetta. Insiste a testa bassa e al 37’ passa: altra manovra avvolgente e altro assist per Capecci, questa volta l’attaccante rossoblu è più preciso e con un tiro perfetto in diagonale gonfia la rete, dando il là alla esplosione di gioia di tutta la squadra. La Forsempronese prova a reagire, ma Cantarini viene chiamato in causa solo per interventi di ordinaria amministrazione e così all’intervallo è 0 a 1.

Nella ripresa mister Giuliani vorrebbe chiudere il match, ma deve “accontentarsi” di una squadra che – grazie anche alla superiorità numerica – gestisce il pallone e concede ai padroni di casa solo i lanci lunghi. La partita scivola via senza ulteriori sussulti. Un urlo liberatorio a tinte rossoblu parte invece al triplice fischio. La Vigor torna a vincere, di nuovo in uno scontro diretto per la salvezza.

E sono altri 3 punti pesanti, perché permettono ai senigalliesi di tornare di nuovo in piena zona salvezza. Questi ragazzi avranno anche 19 anni (di media), meno esperienza e malizia di altri, ma sanno giocare a calcio meglio di molti altri e hanno un cuore enorme come pochi altri. E per questo meritano, spesso, grandi applausi. Ora vietato cullarsi su un risultato positivo.

I prossimi obiettivi sono due: in ordine, recuperare gli infortunati e tornare a far punti in casa. Domenica prossima, il giorno dopo San Valentino, al “Bianchelli” arriverà un osso duro come il Grottammare: servirà una prova come quella odierna per uscire dal campo con un altro bel sorriso e fare un altro bel regalo a tutti gli innamorati della Vigor Senigallia. E magari anche un altro sorriso a centoventotto denti.