Chiaravalle, tragedia sui binari: 18enne si toglie la vita gettandosi sotto un treno merci

Il ragazzo era maggiorenne da due mesi, frequentava l'Ipsia di Jesi

276

Tragedia sui binari poco distante dalla stazione ferroviaria di Chiaravalle mercoledì mattina.

Uno studente 18enne del paese che frequentava l’Ipsia di Jesi, si è tolto la vita sotto un treno merci in transito che stava trasportando trattori New Holland.

Nulla ha potuto il macchinista che ha spiegato che, come pur tentando la frenata il cui stridore si è sentito in un’ampia zona circostante, non è riuscito a fermare il convoglio.

Secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni, il ragazzo avrebbe avvisato tutti delle sue intenzioni: un messaggio alla fidanzatina, un altro sulla chat degli amici e sulla sua pagina pagina Instagram, mentre si trovava già all’interno della stazione, intorno alle 9, assumendosi la responsabilità di quanto aveva deciso di fare, di non essere riuscito ad aprirsi, a comunicare i suoi disagi.

Una lettera l’aveva lasciata anche ai genitori: la famiglia è composta anche da un altro figlio dipendente dell’Api. Quando l’hanno letta si sono immediatamente precipitati alla stazione, come pure gli amici. Ma era troppo tardi.

Agli amici di sempre, non è rimasto che raccontare un ragazzo solare che non aveva manifestato mai problemi o alcun tipo di difficoltà.  Sul posto i Carabinieri, il 118, e i tecnici delle Ferrovie.