Cionfrini:”Mister Balestra ha pagato per tutti, lui non c’entra nulla”

129

Quando le cose non vanno bene e i risultati faticano ad arrivare, la “patata bollente” passa nelle mani dei più esperti

che, con il loro bagaglio accumulato, possono trovare la strada della riscossa.

Ancor più quando un gruppo si ritrova, dopo la quinta sconfitta in sei gare, senza l’allenatore esonerato e con l’ultimo posto in classifica. E’ quello che sta accadendo al Porto Potenza che, proprio ieri, ha rimosso dal suo incarico mister Luca Balestra; oggi, a distanza di poche ore, a prendere la parola è uno dei più esperti del gruppo: Emilio Cionfrini.

Il portiere, domenica scorsa, nonostante un rigore parato non è riuscito ad evitare la sconfitta contro il Montesangiusto; proprio lui, di ritorno in maglia rossonera, si assume le responsabilità di questo brutto avvio di stagione. “Sono stati commessi molti errori in queste prime partite – esordisce Cionfrini – ma come spesso accade il primo a pagare è il mister e così è avvenuto anche questa volta. Ma mister Luca Balestra non c’entrava nulla, siamo noi calciatori a scendere in campo e dobbiamo assumerci le nostre responsabilità. Siamo partiti con un progetto “giovane” con gente del posto, il mister ci teneva molto a fare bene e sono realmente dispiaciuto per quello che è successo. Per altro è stato proprio lui a volermi in estate, non posso che fargli un grosso in bocca al lupo per il proseguo della sua carriera. Adesso sta a noi più esperti prendere in mano le redini della squadra e fare gruppo, in attesa che ci venga comunicato chi sarà il prossimo allenatore. Il nostro obiettivo è la salvezza, oggi più che mai. Siamo partiti male ma c’è tempo per recuperare la strada persa in queste prime partite, l’importante è che tutti remino nella stessa direzione, verso un unico obiettivo.

Pentito di essere tornato al Porto Potenza? Assolutamente no, ho iniziato qui la mia carriera e sono ritornato alla base con convinzione e piacere. Sento attorno a me grande affetto, spero che si riesca ad uscire presto da questa brutta posizione di classifica”.