L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

domenica, 24 marzo 2019

'Messaggi allusivi su facebook', Azienda Teatri di Civitanova annuncia querele

CIVITANOVA -  Messaggi allusivi apparsi su facebook, l'Azienda Teatri di Civitanova annuncia querele.

"In relazione ad alcuni messaggi pubblicati i giorni scorsi all’interno di qualche bacheca del social network “Facebook” - si legge in una nota dell'Ente - , riferiti all’asserita sussistenza di interessi privati in potenziale conflitto nonché alla presunta condizione di incompatibilità sulla nomina della Dott.ssa Cristina Gentili quale direttore pro-tempore dell’Azienda Speciale Servizi Cultura Turismo e Spettacolo Teatri di Civitanova, si precisa quanto segue. La delibera da parte dell’azienda speciale, è avvenuta nel pieno rispetto della disciplina in materia di incompatibilità ed inconferibilità, così come stabilito dal D.Lgs. n. 165/2001, dalla Legge n. 190/2012, dal D.Lgs. n. 39/2013, e dalle successive modifiche, ma evidentemente, gli estensori dei messaggi hanno dimostrato di non averne adeguata conoscenza. Verrà attentamente valutato il contenuto dei messaggi apparsi nel social network “Facebook”, laddove, ogni sollecitazione emotiva, insinuazione, allusione o sofisma, obiettivamente idoneo a creare nella mente dei lettori una falsa rappresentazione della realtà, possa determinare una fattispecie lesiva dell'altrui onore e reputazione, meritevole di essere tutelata innanzi all’Autorità giudiziaria".

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.