Covid, è record di decessi: sono 18. Due non avevano patologie pregresse

Stabili i ricoveri: sono 600

243

Record di decessi nella seconda ondata della pandemia da covid 19 nelle ultime 24ore nelle Marche. Sono 18 i decessi comunicati dal Servizio Sanità della Regione.

Si tratta di 11 uomini e 7 donne, tra 57 e 96 anni, tutti con patologie pregresse tranne un 80enne di Fano e una 87enne di Senigallia.

Le altre vittime erano di Ascoli Piceno, Castorano, Macerata Feltria, Colli al Metauro, Acqualagna, Fano, Orciano di Pesaro, Cerreto d’Esi, Fabriano, Urbisaglia, Macerata, Ancona, Senigallia, Sant’Elpidio a Mare. Il totale dei decessi dall’inizio dell’emergenza sanitaria sale a 1.355.

Stabili i ricoveri – Stabile il numero dei ricoveri per covid negli ospedali delle Marche: restano 600, invariati rispetto a ieri, così come restano invariati i pazienti in terapia intensiva: 82. I degenti in area semi intensiva sono invece 134 (-4) e quelli in reparti non intensivi sono 384 (+4).

L’aggiornamento del Servizio Salute della Regione Marche indica anche che nelle ultime 24ore ci sono stati 17 dimessi. Le persone che si trovano nei pronto soccorso passano da 27 a 2. Lieve calo, da 264 a 262, per gli ospiti di strutture territoriali: le Rsa di Campofilone, Chiaravalle, Galantara, Macerata Feltria, Fossombrone, Ripatransone, Residenza Dorica Inrca. Salgono a 69 i pazienti del Covid Hospital di Civitanova Marche, tra terapia intensiva, semi intensiva e non intensiva. I dimessi/guariti dall’inizio della pandemia fanno un balzo da 11.008 a 17.153, per effetto della rivalutazione e ricalcolo di sintomatici, asintomatici e positivi in base alle ultime ultime circolari ministeriali. Per lo stesso motivo i positivi in isolamento domiciliare scendono da 19.458 a 13.448 e il totale dei positivi più isolati a isolati a 14.048. Le persone in quarantana per contatti con contagiati sono 13.903: 3.470 con sintomi, 517 operatori sanitari.