Covid – Nelle Marche altri 9 decessi. C’è anche un 60enne senza altre patologie

Sensibile il calo dei ricoverati, in aumento i dimessi anche da pronti soccorso e isolamenti domiciliari

215

Nelle ultime 24ore altri nove decessi correlati alla Covid-19 nelle Marche tra cui due persone che non soffrivano di altre patologie (un 60enne e una 97enne di Ancona).

Il bilancio regionale delle vittime, sale a quota 1.437. Nell’ultima giornata sono morti cinque uomini e quattro donne.

E’ la provincia di Pesaro Urbino a pagare il prezzo più alto con cinque decessi: una donna di 100 anni di Urbino, una di 73 anni di Cantiano, e due uomini di Fano (80 e 81 anni) e un 93enne di Monteporzio. Da Ancona provenivano un 60enne e una 97enne deceduti senza essere alle prese con alcuna patologia pregressa. Inoltre sono morti una 80enne di Caste di Lama (Ascoli Piceno) e un 79enne di Porto Sant’Elpidio (Fermo).

Calano i ricoverati – Scende ancora nelle Marche il numero di ricoveri correlati alla pandemia Covid-19: nelle ultime 24ore sono passati da 552 a 545 (-7). In calo i degenti in Terapia intensiva (da 83 a 78, -5) e in reparti non intensivi (da 338 a 333, -5), sale invece il numero di assistiti in Semintensiva (da 131 a 134, +3).

I dimessi nell’ultima giornata sono 26. Dal bollettino del Servizio sanità della Regione risulta anche un calo di pazienti nei pronto soccorso, tecnicamente non ricoverati, (da 23 a 12, -11); in diminuzione anche il numero di ospiti in strutture territoriali (da 280 a 273, -7).

Buone notizie sul fronte positivi in isolamento domiciliare scesi da 12.250 a 11.345 (-905) mentre gli isolati in casa per contatto con contagiati sono ora 11.730 (3.212 con sintomi, 494 operatori sanitari)