L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

lunedì, 20 maggio 2019

La cantina Vini Firmanum di Montottone vince il premio San Martino d’Oro

FERMO - San Martino a San Biagio. Un accostamento che ha senso in quanto la quarta edizione del premio San Martino d’Oro (foto), promosso dalla libera associazione culturale Armonica-mente presieduta da Nunzia Luciani, con la collaborazione di Ais Marche, premio all’eccellenza enologica fermana.

L'edizione, che doveva tenersi a novembre scorso ma che non ha avuto luogo per dare spazio ad un importante convegno sulle vie dei vini, dei saperi e dei sapori fermani, si è tenuto domenica scorsa, 3 febbraio, giorno di San Biagio, patrono della gola e degli osti.

A vincere la quarta edizione, la cantina Vini Firmanum di Montottone con il vino Solchi 2011 Marche Igp rosso. Premiazione avvenuta alla presenza del Sindaco Paolo Calcinaro e dell’assessore al commercio Mauro Torresi. Entrambi (foto) hanno espresso parole di apprezzamento per l’iniziativa e per l’interesse che suscita in ogni edizione.

Il premio ha visto la partecipazione di diversi vini e cantine del territorio a testimoniare l’apprezzamento per un concorso che, come ha sempre sottolineato la presidente Nunzia Luciani, si pone l’obiettivo di valorizzare, e far emergere, le caratteristiche e il potenziale a tutto tondo del nostro territorio. Menzioni per le cantine: Fausti e Le Vigne di Franca di Fermo, la Corte dei Farfensi di Moresco, Di Ruscio di Campofilone e Terra Fageto di Pedaso. Premiazione che ha fatto parte di un ricco programma, promosso dall’assessorato al commercio che ha visto il mercatino di san Biagio in Piazza del Popolo per tutto il giorno, il raduno di auto d’epoca grazie a CAMPE con l’abbinamento dei vini e la promozione della campagna sul bere responsabile e sulla sicurezza alla guida Partecipazione e interesse anche alla conferenza dal titolo “Dal Castello perduto alla festa ritrovata”, che ha visto gli interventi dell’antropologo Giacomo Recchioni sul culto di San Biagio da Barbulano a San Ciriaco e del prof. Mario Polia, docente di antropologia alla Pontificia Università Gregoriana di Roma e al Centro Studi delle tradizioni Picene che ha parlato di San Biagio nel folklore piceno. In programma anche lo spettacolo itinerante de li Matti de Montecò.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.