Fisco: Gdf Fano sequestra beni 500mila euro ad agente commercio

L'uomo è ritenuto responsabile di omessa ed infedele dichiarazione dei redditi, per gli anni d'imposta 2016 e 2017

111

Beni per un valore di circa 500mila euro sono stati sequestrati dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Fano al titolare di una ditta, operante come agente e rappresentante di prodotti non alimentari, ritenuto responsabile di omessa ed infedele dichiarazione dei redditi, per gli anni d’imposta 2016 e 2017. Nel procedimento, da cui sono scaturiti una sanzione e il procedimento penale e la condanna, al destinatario della misura patrimoniale è contestata anche la distruzione e occultamento delle scritture contabili a mezzo del quale avrebbe tentato di impedire la corretta ricostruzione dei propri redditi.

Il sequestro preventivo per equivalente è stato disposto su decreto del gip, emesso su richiesta della procura di Pesaro, fino alla concorrenza dell’importo evaso: riguarda conti correnti bancari, due terreni, due automobili e tre motocicli; sono in corso altri accertamenti per individuare ulteriori beni e disponibilità riconducibili all’evasore, per il raggiungimento della capienza prevista.

La consistente evasione era emersa a seguito di una verifica fiscale delle Fiamme Gialle.