Focolaio ospedale Urbino, assessore: “Monitoriamo la situazione”

“Questa mattina - annuncia - il Gores ha chiesto alla Protezione Civile nazionale l'invio di medici cardiologi, anestesisti e internisti per la prosecuzione delle attività cliniche di quello che è l'unico ospedale no-covid della provincia di Pesaro Urbino” - annuncia Saltamartini

206

“Stiamo seguendo con attenzione il focolaio Covid al reparto di Rianimazione e Cardiologia dell’ospedale di Urbino. Il personale è stato posto in quarantena e seguiamo l’evoluzione della situazione”

Così l’assessore regionale alla Sanità delle Marche Filippo Saltamartini.
“Questa mattina – annuncia – il Gores ha chiesto alla Protezione Civile nazionale l’invio di medici cardiologi, anestesisti e internisti per la prosecuzione delle attività cliniche di quello che è l’unico ospedale no-covid della provincia di Pesaro Urbino. Stiamo monitorando attentamente la questione – sottolinea -.
Una parte dei 15 pazienti ordinari di Urbino, risultati positivi al Covid, saranno trasferiti a cura dell’Asur nelle strutture abilitate alla cura del Covid-19 e i restanti verranno trasferiti a Macerata Feltria e alla Rsa Galantara di Pesaro.
Inoltre – aggiunge -, abbiamo chiesto insieme al Gores l’assistenza della sanità militare per le Rsa e Case di riposo di Tolentino, Esanatoglia e Recanati. Attendiamo per le prossime ore una risposta da parte della Protezione Civile e dei COI Interforze”.