Grande festa per i 95 anni del Tolentino

151

E’ stata una festa di compleanno davvero speciale quella che si è svolta allo stadio “Della Vittoria” di Tolentino.

In tanti hanno voluto festeggiare i 95 anni di storia crèmisi insieme ai giocatori che compongono la rosa della prima squadra per la stagione 2014-2015, allo staff tecnico e dirigenziale, alle vecchie glorie che hanno vestito la gloriosa maglia. Sono intervenuti il sindaco Giuseppe Pezzanesi, l’assessore Orietta Leonori e il consigliere con delega allo sport Francesco Pio Colosi.

Il primo cittadino, dopo aver sottolineato il binomio indissolubile fra il calcio e Tolentino, ha evidenziato l’importanza sociale che svolge la società sportiva per la città e i suoi ragazzi, i quali vengono educati nel nome di sani principi. Inoltre ha ringraziato il presidente e tutti coloro che lavorano per raggiungere questo obiettivo. “Ringrazio tutti quelli che hanno partecipato al compleanno e in particolare il Bar Cremisi, che ha voluto offrire la torta ed è da sempre vicino alla società – ha affermato il presidente della U. S. Tolentino 1919 Fabio Mazzocchetti – E’ la festa della nostra passione, della passione di tutti quelli che, in passato, hanno permesso che oggi si possa festeggiare un compleanno così importante. Tante persone ci sono vicine, ci sostengono animate dagli stessi sentimenti che, sicuramente, hanno spinto i fondatori a creare la società 95 anni fa. L’augurio che mi sento di fare è rivolto a tutti noi e a chi segue il Tolentino: spero che la passione non scenda mai e continui ad alimentare le nostre azioni”.

“Mi piace ricordare tutti coloro che hanno fatto in modo che questa storia sia arrivata sino ad oggi e di certo continuerà per il futuro – ha dichiarato il vice presidente crèmisi Marco Romagnoli – Non posso non ricordare tra questi anche il mio caro nonno Angeli Angelo che fu presidente del Tolentino negli anni settanta. Oggi si festeggiano i 95 anni, ma si lancia un messaggio anche per il futuro e l’immediato presente: occorre che tutti coloro che ci hanno sostenuto lo scorso anno non ci abbandonino. Un ringraziamento particolare ai fraterni amici Ivano Ercoli, che ci ha voluto onorare della sua presenza, e Michele Morra che ha mandato un messaggio, dispiaciuto di non poter venire”.