Il formaggio solidale va a ruba, vendute 2mila forme

80

ANCONA – Sono quasi duemila le forme di Cacio amico, il formaggio fatto con il latte delle stalle delle zone terremotate, vendute nei mercati di Campagna Amica attivati nel week end a partire da quello di Piazza Pertini, ad Ancona, organizzato in collaborazione con Re Stocco.

Ad annunciarlo è la Coldiretti Marche nel ringraziare i cittadini per la straordinaria risposta dimostrata verso questa iniziativa promossa per sostenere gli allevamenti, garantendo la prosecuzione delle attività ma anche creando opportunità per la valorizzazione economica del latte prodotto in questo difficile periodo, con le scosse che continuano senza sosta. Grande successo ad Ancona anche per la vendita di cesti solidali con i prodotti delle aziende terremotate e, più in generale, per le eccellenze enogastronomiche, dagli agripanettoni alle idee regalo a km zero, e per i piatti a base di stoccafisso proposti dall’Ordine dei cultori della cucina di mare – Re Stocco.

Ma il formaggio solidale andato a ruba anche al mercato di Piazza  Navona a Roma, a Pesaro, Fano, Fermo, Civitanova Marche e nei punti vendita della rete di Campagna Amica. Tutto è nato da un’idea di Coldiretti Marche d’intesa con Martarelli Formaggi di Camerata Picena (Ancona). Il caseificio ritira il latte di mucca e di pecora da una ventina di stalle che si trovano nei comuni del cratere e lo trasforma in forme del peso di quasi un chilo, vendute al prezzo di 13 euro il cui ricavato, esclusi i costi vivi sostenuti dal caseificio, andrà per sostenere la ripresa dei territori colpiti dal sisma. Proprio a causa del sisma del trasferimento forzato dei residenti, le vendite di prodotti agricoli sono letteralmente crollate, rendendo così necessario creare nuovi canali di vendita.