Il Porto Potenza riparte dal proprio settore giovanile

138

Se l’ambiente rossonero sta vivendo un’estate di comprensibile amarezza e delusione per una retrocessione in prima categoria, assolutamente evitabile,

che sta lasciando i suoi strascichi nel progetto di ripartenza nella prossima stagione, ben altro clima si sta respirando nel settore giovanile del Porto Potenza che sta gettando le basi per una nuova avvincente avventura nei vari campionati regionali riservati ai campioncini del futuro.

Il Responsabile del Settore Giovanile Michele Baldassarri, di concerto con gli altri dirigenti, non ha perso un attimo ed ha già completato ogni mosaico dello staff tecnico. Gli Allievi (classi 98 e 99) sono stati affidati ad un tecnico di comprovata esperienza e grandi capacità: si tratta di Daniele Cesaretti, negli ultimi due anni secondo di Renzo Morreale sulla panchina del Trodica in Eccellenza ma anche allenatore dei Giovanissimi Nazionali della Sangiustese ai tempi della storica militanza in C2 del sodalizio maceratese; per loro l’inizio della preparazione è fissato al prossimo 11 agosto. Stessa data di inizio per i Giovanissimi 2000/2001, affidati al riconfermatissimo Davide Guazzaroni. Molte conferme anche per le categorie più giovani, con Marco Gallucci che guiderà gli Esordienti II^ anno ed i Pulcini 2006, Giovanni Miccio allenerà gli Esordienti I^ anno ed i Pulcini 2005, mantenendo anche l’incarico di Coordinatore di tutto il settore giovanile, Antonio De Biase guiderà i Pulcini 2004 ed infine il laureando ISEF Marco Albani si prenderà cura dei Piccoli Amici (2007/2008/2009) affiancato da Luigi De Martino. “Siamo consapevoli che in un momento di difficoltà come quello che stiamo vivendo l’unica strada percorribile sia quella di prenderci cura dei nostri giovani e di metterli nella condizione di imparare a giocare al calcio divertendosi e rispettando compagni ed avversari”, così si è espresso Michele Baldassarri. “Per questo gli abbiamo messo a disposizione tecnici bravi e preparati, che saranno sempre a loro disposizione”.

Sul fronte della prima squadra invece per ora gli unici punti fermi sono il nuovo allenatore Cristiano Luchetta e la volontà di allestire una squadra molto giovane in grado però di rimboccarsi le maniche in questa stagione che può definirsi l’anno zero; certo è che l’umiltà ma al tempo stesso la determinazione del mister nell’affrontare questa difficile avventura costituiscono un buon viatico.