Il sogno di Iotti:”Tornare tra i professionisti con la Fermana’

284

FERMO- Un girone d’andata da protagonista e ancora una volta tra i migliori dei canarini anche domenica a Chieti, Ilario Iotti, jolly classe 1995.

Sempre utilizzato da Mister Jaconi nelle prime 20 apparizioni in campionato della Fermana, ha già realizzato 3 gol e ricoperto vari ruoli in campo, nonostante nasca e si veda maggiormente come centrocampista. Anche nella scorsa stagione Iotti aveva affrontato il girone “F” della Serie D: con la casacca del Matelica, dopo il Settore Giovanile e una parentesi iniziale tra le fila dell’Ascoli Picchio, aveva totalizzato 18 presenze ed una marcatura. Con queste ottime credenziali è giunto a Fermo in estate, e sin da subito ha saputo conquistarsi anche sul campo la stima di tutto l’ambiente. D’obbligo quindi, un paio di domande al duttile Iotti, sorpresa positiva di questa prima parte di stagione.

D: Un’ottima vittoria domenica a Chieti: gol di Molinari e tre punti portati a casa. Ma che gara è stata?

R: Come ho dichiarato subito in conferenza stampa ritengo il risultato giusto. E’ stata una partita dura, il campo non ci permetteva di esprimerci al meglio e il Chieti, nonostante qualche assenza importante, si è dimostrato un’ottima squadra. Ci siamo dovuti un po’ adattare alle circostanze, ma tirando fuori tutta la nostra determinazione, abbiamo portato a casa un risultato importante.

D: Sei arrivato a Fermo in estate: come è stato il tuo approccio all’ambiente canarino, alla città, alla squadra e ai suoi tifosi?

R: Sin da subito mi sono trovato davvero bene. Un ambiente professionale ma al tempo stesso molto alla mano, in cui si può fare calcio con concentrazione e tranquillità.

D: Dopo una prima parte di stagione un po’ complicata, la Fermana sembra essersi ripresa e marciare ora a buon ritmo. Cosa ne pensi?

R: Il nostro obiettivo è arrivare più in alto possibile. Con l’arrivo del nuovo anno e dei nuovi innesti, il Mister ha più opzioni e riusciamo a esprimere meglio il nostro gioco. I risultati ci stanno premiando e staremo a vedere.  Personalmente, spero di tornare presto tra i professionisti.

D: Raccontaci qualcosa di te: atleta e squadra del cuore? Piatto e film preferito? Passioni oltre il calcio?

R: Tifo per il Milan, ma se devo scegliere un atleta di riferimento nel calcio non posso che citare Marchisio. Tra le mie passioni ci sono il bowling e il cinema, ed uno dei miei film preferiti è The Equalizer, con Denzel Washington. Amo la buona tavola, e una bella tagliata mi fa sempre felice.