Immigrazione, 23 denunce per falsi certificati test italiano

111

TOLENTINO – Albanesi, kosovari e macedoni, tutti residenti a Tolentino

sono stati denunciati dalla polizia alla procura maceratese per falso. Avevano presentato falsi certificati, apparentemente rilasciati dall’Università di Perugia – VCL Centro per la Valutazione e le Certificazioni linguistiche nell’anno 2013, che attestavano la conoscenza della lingua italiana, per ottenere il permesso di soggiorno.

Le indagini iniziate nel mese di luglio 2013 e coordinate dal Sostituto Procuratore della Repubblica Dott.ssa Cristina Polenzani, sono state effettuate con la preziosa collaborazione del personale appartenente alla Sezione di Polizia Giudiziaria-aliquota della Polizia di Stato incardinata all’interno della Procura presso il Tribunale di Macerata.

I poliziotti hanno anche individuato le persone che, sul modello di alcuni veri certificati di conoscenza della lingua italiana, si erano adoperate per falsificarli, traendo dalla vicenda un ingiusto e rilevante profitto economico a danno di chi poi se ne sarebbe servito per ottenere il permesso di soggiorno.

Un valido contributo a tutta l’attività è stato fornito anche dalla Polizia Municipale presso il Comune di Tolentino sotto il profilo degli accertamenti e delle informazioni anagrafiche e per la messa a disposizione delle strutture dove si sono svolti gli interrogatori degli indagati.