L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

lunedì, 16 dicembre 2019

Quanto costa aprire una lavanderia a gettoni e quanto ci si può guadagnare?

LAVORO - Esiste un modo di fare business senza esperienza e che sia di facile gestione? Magari da poter affiancare ad un'attività lavorativa in modo da poter arrivare ad avere uno stipendio buono? 

La soluzione è aprire una lavanderia self service a gettoni. Di seguito si analizzeranno i costi da affrontare e si cercherà di capire quanto si può guadagnare con un'attività di questo tipo.

L'analisi del settore

La prima cosa che serve per aprire una lavanderia a gettoni è una buona analisi del settore.

Nonostante la concorrenza, le lavanderie self service possono essere un ottimo investimento e possono rivelarsi un'eccellente forma di guadagno in quanto vanno incontro all'esigenza di una clientela che ha ritmi frenetici ed ha bisogno di lavare ed asciugare il bucato in modo rapido a prezzi convenienti.

Bisognerà differenziarsi dalla concorrenza per avere un'attività di successo, e questo lo si può fare con una localizzazione strategica, con macchinari performanti, prezzi competitivi ed un ambiente accogliente.

Quanto costa aprire una lavanderia a gettoni

L'analisi dei costi è la base di un business di successo, ecco perché è un'ottima scelta decidere di affiliarsi ad un franchisor come Bloomest, che segue proprio queste questioni spinose per chi non ha esperienza.

In genere, l'investimento iniziale è di circa 50 mila euro e varia in base alla metratura del locale, del numero di macchinari, della zona e degli interventi che si devono fare.

In particolare, l'investimento iniziale comprende:

·         spese inerenti al locale: affitto, caparra, ristrutturazioni, allestimento, impianti e utenze;

·         attrezzature e macchinari;

·         attrezzature come cambiamonete, dispenser di detersivi e ammorbidenti, area relax;

·         marketing promozionale ed inaugurazione;

·         adempimenti vari e consulenze.

 

Quanto si può ricavare da una lavanderia a gettoni

La stima dei ricavi è importante per capire in quale momento si riusciranno ad ammortizzare i costi iniziati, rientrando quindi dall'investimento. Per fare questo calcolo occorre capire anche quanti clienti servono ogni giorno affinché vi sia una convenienza.

Ipotizzando una lavanderia di dimensioni modeste e considerando un afflusso di 25 clienti al giorno che spendano circa 7 euro ognuno, per il primo anno si può sperare di ricavare circa 70 mila euro. Una volta sottratte le spese, si avrà un utile di circa 20 mila euro. Con una situazione di questo tipo si può ammortare la spesa iniziale in circa 2 o 3 anni.

Chiaramente, se la clientela supera la cifra ipotizzata, il tempo di ammortamento si riduce trasformando la lavanderia a gettoni in una scelta di business vincente.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.