Prima sconfitta per la Maceratese, Spadoni:’Dispiace molto ma ripartiamo”

80

LEGA PRO – Gli Invincibili cedono lo scettro dell'imbattibilità. Perchè a Rimini, un colpo di coda firmato dal bomber Ragatzu nel quinto minuto di recupero dal triplice fischio finale, ha consegnato la vittoria al Rimini.

"Dispiace molto – commenta il diesse Giulio Spadoni che incarna lo stato d'animo di tutti i tifosi della Rata – . Avevamo quasi condotto in porto una buona gara contro una formazione importante, che può contare su ottimi giocatori e che secondo me può ambire a posizioni di alta classifica. Invece siamo stati puniti proprio all'ultimo assalto".

Spadoni esamina la partita: 'Imparato non ce la faceva per i crampi, così ha chiesto il cambio. L'arbitro ha, per carità, giustamente, recuperato ulteriori 60". In una mezza mischia Ragatzu, che aveva in precedenza ricevuto il controllo proprio di Imparato, ha trovato il varco giusto. Il tempo di rimettere la palla al centro e l'arbitro ha fischiato la fine del confronto. Dispiace perché se avessimo incassato il gol in un altro momento avremmo almeno avuto il tempo necessario per reagire, perché a Santarcangelo non ci siamo soltanto difesi ed anzi con Kouko abbiamo sfiorato anche il vantaggio e pure perché avevamo tenuto testa ad una formazione importante. Un pareggio che, se fosse stato conquistato, avrebbe avuto un grande peso. Però dobbiamo accettare la realtà dei fatti, seppur a malincuore, e ripartire".

Ora, l'allenamento riparte martedì, con qualche rientro per Mister Bucchi (Buonaiuto tornerà disponibile e Ganci e Giuffrida si spera possano salire al top della forma).

RIMINI: Anacoura, Pedrelli, Marin, De Martino, Signorini (30' st Albertini), Martinelli, Bariti (21' st Ricchiuti), Torelli, Della Rocca, Ragatzu, Lisi (15' st Mazzocchi) All. Pane.

MACERATESE: Forte, Imparato (48' st Belkaid), Karkalis, Fissore, Lasicki, Faisca, D'Anna, Carotti, Fioretti (37' st Orlando), Kouko, Foglia All. Bucchi

ARBITRO Provesi di Treviglio.

RETE: 49' st Ragatzu.

NOTE : ammoniti Carotti, Ragatzu, Fioretti, De Martino, D'Anna, Lasicki; spettatori circa 2.200 (100 da Macerata).