Operazione “Bianca Immacolata”: in manette tre pusher

Si tratta di due cittadini italiani, di cui uno già ai domiciliari, e di un macedone

202

Due pusher italiani, uno extracomunitario, la droga. La Polizia di Stato ha stroncato uno spaccio di cocaina tra Macerata e l’ascolano.

Le indagini, hanno consentito di accertare molteplici cessioni di cocaina e identificare almeno 25 assuntori. 

I due,  P. N. casertano 40enne residente ad Ascoli Piceno e A. M. ascolano 35enne,  si approvvigionavano mensilmente di oltre 150 grammi di cocaina fornita da J. H, macedone 27enne: droga che, una volta confezionata, si traduceva in circa 300 dosi da immettere sul mercato cittadino.

I tre avevano l’abitudine di ritrovarsi in alcuni locali della zona di piazza Immacolata (da qui il nome dell’Operazione, Bianca Immacolata): in mattinata la squadra mobile di Ascoli ha proceduto agli arresti. 

Il campano P.N. è stato raggiunto nella sua abitazione ascolana, dove si trovava già agli arresti domiciliari sempre per reati legati alla droga.