L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

mercoledì, 24 aprile 2019

Summer Citanò. Tropsofia spopola. Adunate oceaniche in piazza come ai tempi di Al Bano e Romina

di Angelo Gattafoni
DITO IN UN OCCHIO - Piazza XX Settembre, palazzo della galleria. Sugli scalini di ingresso è accovacciata, per buona parte della giornata, un’umanità varia alle prese con discussioni, spesso accese, su tutto: dal mitico goal della sera prima a tutto il resto dello scibile umano.

Ho assistito, qualche giorno fa, alle esternazioni di due dei polemisti più partecipi, “Maretto de Treppalla” e “Parmì lo Roscio ‘mbestato”, sulla stagione estiva civitanovese. “ O frà – ha iniziato Maretto – sò stato a vedé lo Summe Giamporré, o come se mentùa, a Sinigaja. O, cossora su la traziò turistica sta un macello avanti a nuà. Le persò………era pieno de jende, vallava tutti lo roccherolle vestiti come li mericà dell’anni ’50; frichi, joenòtti e vécchi che, po’, era li più scarmanati. Me d’è venuto lo paté d’animo a penzà che a Citanò ce bbotta de filosofi; la putìa chiamà Tropsofia ‘ngò tutti si capisciù che, a sentilli, pare che c’ha la ricetta per tutto e quanno ha finito de parlà non sapristi più ch’ha ditto.”

“Tu sì de la ditta Sparapalle, Marè – lo ferma lo Roscio – Citanò sa rcapato un formatte diverso, più mmisurato su la curdura ccoppiata, però, anghe ‘ngo lo spettacolo. Silenzi ha rrempito le piazze e li Teatri, come a li témbi mitili de Centiò ‘ngo Al Bano e Romina”. Giulio a d’è na faina; presembio ha visto che na sera c’era Paoli a lo Shada a 70 euri e De Gregori a Porto Recanati a pagamento, t’ha piazzato jò li Nomadi a gratise. Ndò dici che è ghite le persò de tutta la Provincia? A d’è venute a Citanò a sendì li Nomadi, anche se quarghedù oramai se tè in pé ‘ngo le stambelle. Prima gongolava Marzetti, addè gongola isso.”

"A parlà ‘ngo te Roscio – ribatte Maretto – a d’è come a fa a cappellate ‘ngo li passeri. Lo si ditto addé che ha pijato li fonni de gamazzì e che le piazze s’è rrembite perché a d’era gratise. Vulio vedè chi ce stava se facìa pagà anche solo 10 euri. Isso non fa pagà, tanto, ppò, pagemo sembre nuà. Ppò te passa sti filosofi che scrie un libbro d’inverno e passa l’estate a ripete le stesse panzanelle in tutti li posti d’Italia e, in più, anche in televisiò. Citanò se sta facenne, ma ci sta anche parecchi vrocculù che no n’è bbituati e tutta ssà curdura je pò fa male. Infatti c’è stato anghe quarghe malore per corbi de “filosofite acuta” e “overdose di concetti astrusi” come ha ditto lo dottore de lo prondo soccorso. Lo più grave pare che a d’è stato proprio Silenzi, che le bbotte filosofiche l’ha pijate più da vicino. E’ stato ricoverato per du jorni e se d’è ripijato ‘ngo dosi massicce de cinema monnezza: Ciccio e Franco e la Fenech.”

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.