L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

lunedì, 22 aprile 2019

Colpo di scena nella politica civitanovese: incursione dei bisex

di Angelo Gattafoni
DITO IN UN OCCHIO -  A causa del terremoto è stata rinviata la kermesse del pd civitanovese per il SI. Peccato, perché mi ha privato del piacere di veder schierato, per la prima volta in città, l’esercito renziano del luogo che, con il si e con il ma, vuole ratificare la riforma costituzionale della Boschi il 4 dicembre.

Era un’occasione imperdibile, non solo per ascoltare le ragioni di un ex ministro come Berlinguer – che sicuramente avrebbe spiegato e motivato, da par suo, l’adesione al SI – ma anche per apprezzare presenze ed assenze e cercare di capire, a fatica, “dò dorme la lepre” e dove stanno andando le volpi del teatrino politico del pd civitanovese.

Non a caso, infatti la sua dirigenza è rimasta, fino ad ora, silente sul referendum perché Silenzi, detto la faina curda, era in ferie diplomatiche per scegliere quale fosse il carro del vincitore sul quale andare in soccorso. D’altra parte non è che nel pd ci sia solo bianco e nero; ci sono almeno cinquanta sfumature di grigio, che consentono a vassalli, valvassori e valvassini di tenere i piedi su almeno due staffe. Né è senza significato che la prima, tardiva uscita per il SI non veda, né tra i relatori, né tra i presenti, il senatore Mario Morgoni, renziano della prima ora. Mentre c’è Silenzi, suo strenuo oppositore ( il loro odio politico è antico, tanto che non ne ricordano più il motivo ) e fino alla scorsa settimana bersaniano di ferro.

Il mondo ha perso l’occasione storica di sentire, dalla fonte autentica, le ragioni di una svolta epocale, grazie alla quale anche Civitanova potrà dire di aver partecipato alla gara più gettonata di questi anni: quella del cambio di casacca. Ho un sospetto sicuramente maligno influenzato, però, dalle ultime notizie in arrivo dal Pd nazionale; dove , oltre alla incontenibile corrente renziana, c’è la cosiddetta “minoranza” o “sinistra” che, a sua volta, si suddivide in più “sensibilità”: quelle della sinistra “andante con moto” del “basso continuo” dell’ “allegretto vivace” e dello “scherzo con sonata”.

L’ultima fantasia creativa è la “Cuperliana” sinistra per il SI. Praticamente l’uovo di Colombo perché, chiunque vinca, si apre il paracadute e si cade in piedi. Una inedita corrente bisex suggerita a Cuperlo, pare, da Cecchi Paone. Secondo me il partito di Civitanova, antico laboratorio di innovazioni politiche, ci si fionda. D’altra parte che può succeder ai suoi elettori. Al massimo di essere presi per il Cuperlo.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.