L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

giovedì, 20 giugno 2019

Comunali 2017, Vegnemo nuà a Citanò

di Angelo Gattafoni
DITO IN UN OCCHIO - Colpo di scena nel cuore della campagna elettorale per le comunali civitanovesi.

                  Comunali 2017, Vegnemo nuà a Citanò

Il noto avvocato penalista Massimiliano Wolf, avventuratosi con la bicicletta sulla pista ciclabile, è caduto rovinosamente riportando infrazioni varie. Appena arrivata la notizia si è sparso il panico tra i candidati sindaci; i quali temono che l’eletto si troverà sulla testa il risarcimento milionario dell’avvocato, il cui nome incute terrore già di per sé, dal momento che Wolf vuol dire lupo ed anche tritacarne. Inoltre il suddetto sfoggia una folta capigliatura che gli scende sulle spalle, tipo Highlander, il terribile ultimo immortale.

Solo S. Sebastiano Corvatta ha mantenuto la calma e, sull’inedita ”sfionga” presa ultimamente, ha confidato con sicumera ai suoi che, nel caso, farà come S. Francesco ed ammansirà il lupo. Un altro che non ha avuto reazioni particolari è Giulio Silenzi, detto l’algoritmo perché, chiuso da giorni nel quartierino dell’Eurosole Forum per scegliere le foto delle partite della Lube in cui appare in primo piano, non ha saputo dell’infortunio. Poi non si è mosso e lì dentro ha convocato il suo staff per mettere a punto le strategie vincenti. Erano presenti Marì scamagghio, Gigetto lo tedesco, Milio scurpicchio, Rosetta la pacchiona, Marià zanchetta, Vinicio lo rumecio ed i tre inseparabili Crik Crok e manico d’angì.

Giulio li ha guardati tutti nelle palle degli occhi ed ha sibilato: “ Vegnemo da per tutto, non ce stà pe gnisciù, spezzemo li remi a chi se vagna e se sciucca senza lo per messo de nuà”. “Ma nuà chi” azzarda lo rumecio. “ Come nuà chi” ringhia “nuà de la Lube!”.” Ma perché” fa stralunato la zanchetta “ La Lube se ppresenta a ll’eleziò?” La Lube non c’ha bisogno de gniè e non vegnemo solo ecco; vuà sete gnorandi e non potete sapé che se vota anche in Francia e in Inghilterra e che vegnemo pure ello. Anzi, io non posso perde tempo a Citanò, perché l’8 de giugno devo stà a Londra e l’11 a Parigi , co la Lube, pè festeggià le vittorie.

Il candidato Ghio continua la sua marcia partita da lontano; ma corre voce che, a breve, tirerà fuori l’asso dalla manica, che ha come punto focale l’orgoglio dell’avvocatura. Farà una pubblicità al fulmicotone sul fatto che a Civitanova abbiamo avuto come sindaci tutti medici. Ora Basta!! Gli avvocati, che governano la gran parte dei Comuni marchigiani, debbono affermare la loro egemonia anche da noi. Orde di avvocati formeranno gruppi di appoggio per la città e ci sono già: gli avvocati azzeccagarbugli, quelli del diavolo, quelli avanzi di balera, quelli delle cause perse, le avvocatesse de burlesque e quelle della sacra ruota ed, infine, gli avvocati lecchini, sempre in forte competizione con le avvocatesse lecca lecca.

Dalle parti dei Grillini vola il vento a favore, ma loro non la daranno vinta ai fautori del complotto per farli vincere. Nel malaugurato caso di vittoria hanno già pronto un comunicato, nel quale denunciano il complotto, chiedono nuove elezioni e proclamano che la vittoria è avvenuta a loro insaputa. Ciarapica è, da qualche giorno, dal parrucchiere, altrettanto la Capodarca, che sta sceglendo la “mise” per la festa della vittoria nella boutique di fiducia. L’unico che si diverte è Papiri.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.