L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

giovedì, 28 maggio 2020

Ricci: 'Il CoronaVirus si sconfigge con intelligenza, responsabilità e senza panico'

PESARO - "Finalmente da ieri c’è una strategia nazionale chiara e di medio termine. E’ importante perché il virus si sconfigge con l’intelligenza, con la responsabilità e senza panico".

Lo afferma Matteo Ricci su facebook nel notiziario di aggiornamenti sul coronavirus. "Tutti però dobbiamo essere protagonisti di questa sfida, cambiando i nostri comportamenti individuali. Non è bello, ma per un mese dovremo rispettare le distanze di sicurezza ed evitare di darci la mano e di abbracciarci. Per poter tornare a farlo con ancora più gioia tra un mese. Dobbiamo viverla così, dando una mano al nostro sistema sanitario, che nella nostra città non è in una fase emergenziale. Sono girate anche fake news sulla fascia rossa ma Pesaro è zona gialla, come da ieri d’altronde tutto il resto del Paese. Abbiamo diversi casi: sono arrivati a più di 80 nella provincia, più di 30 in città. Ma il sistema sanitario è sotto controllo. Ieri il presidente Luca Ceriscioli mi ha confermato la buona notizia che nelle Marche sono ancora disponibili posti letto per terapia intensiva e malattie infettive. La preoccupazione maggiore resta quella per anziani e malati, ovvero le persone più fragili. Adesso dobbiamo sperare che il virus non cresca in modo esponenziale, ma continui in maniera graduale come è stato finora. Perché se sarà così non avremo problemi di posti letto. Per questo è importante che ognuno collabori: il primo compito del sindaco, oggi, è fare rispettare le indicazioni del sistema sanitario nazionale». Quindi Ricci affronta il tema della scuola: «C’è stata una lunga discussione sull’efficacia o meno della chiusura delle scuole nel comitato scientifico. Si è deciso per la chiusura fino al 15 marzo: ovviamente noi dobbiamo rispettare questa regola. Anche se la discussione è aperta perché molti bambini sono costretti a stare con i nonni e gli studenti più grandi continuano a vedersi fra loro. Però questa è la scelta e se è una decisione per il contenimento dobbiamo applicarla".

Va avanti il sindaco: "E’ chiaro che la situazione apre esigenze nuove: aiutare le famiglie che lavorano e hanno figli, evitando anche che l’anno scolastico venga interrotto per troppo tempo. Ragionando su altre forme di insegnamento che si possono attuare per aiutare il sistema della scuola». Altra fronte è «la preoccupazione per il settore dell’economia, commercio, turismo e servizi. Abbiamo già visto cosa sta succedendo: servono incentivi forti del governo per il sostegno a queste attività e liquidità per le aziende per ripartire appena possibile. Avremmo preferito e sperato in una ripresa più veloce ma le cose non stanno così. Servono tempi più lunghi: dobbiamo gestire al meglio questo mese, con equilibrio e responsabilità, sperando di ripartire con ancora più forza alla fine di marzo. Ripeto: non serve il panico, perché fa solo danni alla gestione della comunità. E nemmeno spettacolarizzare o politicizzare la vicenda. Ognuno di noi può essere protagonista del contenimento del virus e della ripresa. Pesaro è forte e ce la farà insieme al Paese", conclude il sindaco.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.