L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

domenica, 21 luglio 2019

I ladri colpiscono ancora, Porto Sant'Elpidio non dorme più

PORTO SANT'ELPIDIO - Un’altra notte senza sonno per Porto Sant’Elpidio, bersagliata nelle ultime settimane da una raffica di furti che non ha risparmiato nessun quartiere della città.

L’allarme è scattato intorno alla mezzanotte al quartiere Faleriense, in via Solferino e dintorni, dove alcuni residenti hanno sentito dei rumori fuori dalle loro abitazioni ed hanno notato nella penombra delle persone in fuga. Sono stati subito allertati i carabinieri, che si sono soffermati a lungo, perlustrando strade e campagne a caccia dei malintenzionati. Tre abitazioni, ad inizio settimana, sono state oggetto delle attenzioni dei topi di appartamento, che hanno forato gli infissi per cercare di introdursi, senza tuttavia riuscire ad entrare perché messi in fuga dal risveglio dei proprietari. E’ andata meglio agli ignoti che la notte precedente sono entrati, ancora una volta con un buco alla finestra, trafugando alcune centinaia di euro ad un’anziana al quartiere Corva. La donna, 83 anni, e la figlia, non hanno sentito nulla e si sono svegliate intontite e con un bruciore agli occhi, indizi che fanno pensare siano state narcotizzate.

Il tema della sicurezza è ormai il principale argomento di discussione a Porto Sant’Elpidio. In settimana il sindaco Nazareno Franchellucci ha auspicato l’istituzione della Questura a Fermo, posizione che ha ricevuto subito piena condivisione dal presidente della provincia Fabrizio Cesetti. “La tua richiesta è quanto mai necessaria – le parole di Cesetti al primo cittadino elpidiense – le condivido e sostengo e resto a disposizione per quanto possa occorrere. Ho già scritto nel 2012 e 2013 al Ministero della giustizia richiedendo l’istituzione della Questura a Fermo. Purtroppo ad oggi nessuna risposta”. I consiglieri di minoranza Andrea Balestrieri (Fratelli d’Italia) e Giacomo Perticarini (L’Alternativa) hanno scritto invece a Prefetto e Questore segnalando la crescente tensione e sensazione di insicurezza dei cittadini. I due hanno chiesto alle autorità di intervenire principalmente presso l'amministrazione che è alla guida di Porto Sant' Elpidio e successivamente presso le Istituzioni dello Stato per arginare l' attuale stato di insicurezza che siamo ormai quotidianamente costretti a vivere; siamo disponibili ad aprire con gli organi interessati un tavolo di lavoro dal quale possano emergere importanti ed interessanti idee come il coinvolgimento di altre forze da aggregare da mettere al servizio della collettività. E’ urgente e necessario agire subito ed è dovere di un amministratore tutelare il cittadino. Lo Stato contro l' illegalità deve garantire il carcere punendo i colpevoli prima che il cittadino cada nell'errore di fare scelte personali azzardate”.

Pellegrinaggio

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.