L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

domenica, 20 ottobre 2019

"In bicicletta sulla linea Gotica". Staffetta dal Tirreno all'Adriatico per ricordare i valori della Costituzione

Percorrere in bicicletta l'ultimo fronte che ha diviso l'Italia durante la seconda Guerra mondiale per riscoprire i valori della Costituzione italiana e vivere con maggiore consapevolezza le ricorrenze del 25 aprile e del Primo Maggio. Il gruppo di 15 ciclisti che anima la seconda edizione di “In bicicletta sulla Linea Gotica” per sette giorni scalerà l'Appennino, attraverso la Toscana, l'Emilia Romagna e le Marche, unendo il Tirreno all'Adriatico in nome della giustizia, della libertà, della pace, del lavoro e dell'unità del Paese.

La “Staffetta della memoria” è un'iniziativa della COSTESS (cooperativa studi e servizi sociali di Jesi) ed è patrocinata dalle Presidenze dei Consigli regionali delle Marche e della Toscana.

“Un'iniziativa intelligente e originale” l'ha definita il Presidente dell'Assemblea legislativa Vittoriano Solazzi nel corso della conferenza stampa di presentazione che si è svolta questa mattina a Palazzo delle Marche, con gli organizzatori Andrea Meschini e Doriano Pela della COSTESS.

“E' un bene – ha aggiunto il Presidente - ripercorrere queste pagine della nostra storia e sensibilizzare i giovani, perché la difesa dei valori portanti del nostro Paese avviene prima di tutto rispettando il passato”.

I ciclisti partiranno il 25 aprile da Montignoso (Massa Carrara) e faranno tappa nei luoghi simbolo dell'ultimo conflitto mondiale per incontrare rappresentanti istituzionali, associazioni, cittadini e studenti.

“Quest'anno agli alunni delle scuole elementari – ha spiegato Andrea Meschini - consegneremo anche un'unità didattica che spiega le fasi salienti della guerra e della Resistenza”.

Viaggerà con loro un testimone d'eccezione: la Costituzione italiana che potrà essere firmata da tutti coloro che incroceranno lungo il tragitto.

“Durante la prima edizione abbiamo raccolto 800 firme – ha ricordato Doriano Pela – Il nostro obiettivo è quello di dimostrare che i valori della Costituzione non sono lettera morta, ma vivono sulle nostre gambe”.

Il percorso si concluderà al parco Miralfiore di Pesaro il 1° maggio, dove si svolgerà la festa organizzata dall'Anpi e da Cgil-Cisl-Uil, con un concerto no-stop di gruppi musicali giovanili.

La manifestazione sarà seguita dalla trasmissione radiofonica “Caterpillar” di Radio Rai 2 ed è sostenuta anche dall'associazione “Libera contro le mafie”.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.