L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

domenica, 20 ottobre 2019

La Regione dà il via libera al piano per le attività cinematografiche

Via libera per il Piano delle attività cinematografiche 2012 e parere positivo per il Programma operativo annuale sui beni e le attività culturali. Una riunione impegnativa quella della Commissione regionale affari istituzionali, presieduta da Rosalba Ortenzi , che ha esaminato i due atti al termine di un incontro con l’assessore Marcolini e i vertici della Fondazione Marche Cinema Multimedia, chiamata a gestire le attività di Marche Film Commission, quelle di catalogazione del patrimonio culturale regionale ed a proseguire il lavoro della Mediateca.

Nata nel dicembre del 2011, la stessa fondazione presenta un primo bilancio positivo, così come illustrato dal Presidente Neri Marcorè e dal direttore pro tempore Raimondo Orsetti.

“Il nostro obiettivo – ha sottolineato lo stesso Marcorè – è quello di promuovere il territorio e l’identità regionale attraverso le produzioni cinematografiche e di veicolare nel migliore dei modi quelle prodotte nelle Marche, con l’auspicio di rendere concrete nuove prospettive e posti di lavoro soprattutto per i giovani”.

Nonostante la crisi economica e i mancati trasferimenti, gli stanziamenti per il cinema marchigiano restano sostanzialmente invariati:

“La nostra – ha evidenziato l’assessore Marcolini – è la logica dell’investimento. Non si tratta di dare contributi generici, ma sempre legati a progetti di valorizzazione, in cui l’analisi dei costi e dei ricavi, insieme a quella dei costi e dei benefici, sia ben presente”.

E di progetti in cantiere ce ne sono già diversi: “Nel 2014 ci sarà lo switch off del cinema e con l’assessore all’industria, Sara Giannini, abbiamo già previsto un bando per la digitalizzazione delle sale, che prevede l’investimento di un milione di euro per favorire ed incoraggiare il passaggio al digitale, senza dubbio più economico, bando che riproporremo anche nel prossimo anno. E sempre sul fronte della necessità di una progettualità che dia sostanza alla nostra logica di investimento, nel 2013 speriamo di poter concretizzare la realizzazione di un film su Leopardi con la regia di Mario Martone”.

Il tutto sempre all’insegna della qualificazione, della diversificazione e della trasversalità dell’offerta culturale, con scelte coraggiose e in controtendenza che, nonostante la crisi, “hanno portato le Marche – ha concluso Marcolini – a investire in un questo settore, con l’auspicio di far diventare la nostra regione un grande laboratorio, capace di affrontare le sfide del futuro”.

Per la Presidente della Commissione, Rosalba Ortenzi, si è trattato di un incontro che, ancora una volta, ha messo in luce le numerose potenzialità che le Marche possono offrire.“Alla nuova Fondazione – ha detto – spetta il compito di farle emergere e di creare i presupposti per una crescita a tutto tondo della nostra cultura.”

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.