L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

mercoledì, 17 luglio 2019

Erminio Marinelli (Pdl)“Palombini bugiardo. Il gruppo costa un terzo di quanto dici"

“Palombini da del falso al sottoscritto ma è lui il bugiardo: il mio gruppo consiliare non costa 125mila euro ma meno di 40mila, cioè un terzo di quanto dice”. Lo dichiara Erminio Marinelli, capogruppo di 'Per le Marche' e portavoce del Centrodestra all'Assemblea regionale, a seguito “dell'ennesimo comunicato in cui Palombini implicitamente accusa anche Spacca di essere un bugiardo. Tutti abbiamo sentito il Governatore dire a Striscia la Notizia che i monogruppi costano 1400 euro al mese”. “A Palombini – prosegue Marinelli -, ho già spiegato che se confluissi oggi nel PDL non porterei risparmi alla Regione. Tuttavia questo è il suo stile: ripetere in maniera pedissequa e ignorare le osservazioni degli altri, così anche oggi sono costretto a rispondergli per ristabilire la verità”. “Palombini – secondo l'ex sindaco di Civitanova - è in malafede quando mette in capo a 'Per le Marche' i costi di Annamaria D'Addato e Sandro Marinelli (più della metà dei 125mila euro da lui denunciati). Entrambi lavorano già da anni in Regione, da prima che io fossi eletto e sarebbero stati lì con me o senza di me. Io li ho solo scelti fra altri dipendenti per collaborare al mio lavoro. Se io passassi oggi nel PDL loro sarebbero automaticamente assorbiti nel gruppo e si limiterebbero a cambiare la targhetta sulla porta. Non solo, con il mio ingresso, il PDL supererebbe la soglia delle dieci unità e avrebbe diritto oltre che a loro due anche ad un terzo collaboratore”. “La vera spesa del gruppo 'Per le Marche' – spiega Marinelli -, sono i compensi percepiti dalle due addette part-time alla segreteria. Tuttavia, se oggi sciogliessi il mio gruppo per passare al PDL anche in questo caso i costi non cambierebbero molto. Se è vero infatti che loro non sarebbero più retribuite, il gruppo riceverebbe quindicimila euro in più per l'attività convegnistica per gli stessi motivi di cui sopra. Quindi più soldi ai convegni e meno attività politica per Civitanova a causa della mancata presenza di due impiegate che in questo anno si sono occupate principalmente di mozioni per la nostra città: dalla pesca alle polveri sottili, dal piano casa alle denunce sullo scandaloso piano di promozione turistica del centrosinistra, fino agli interventi per la costa, il riordino sanitario e l'Ente fiera”. “Concludo – dice Marinelli -, osservando che oltre al mio e a quello di Spacca, cioè i gruppi autonomi dei candidati presidenti, in Assemblea ci sono altri cinque monogruppi: fra gli alleati del PD si contano Verdi, Api e Socialisti riformisti, nella sinistra dell'emiciclo invece ci sono Sel e Rifondazione Comunista. A Palombini rispondo quindi che negli anni ho maturato molti anticorpi per difendermi da attacchi pretestuosi del PD che vede la pagliuzza altrui ma non la trave nel proprio occhio e che continuerò a lavorare così: fra i più presenti in Assemblea, con uno staff che mi permetta di fare in Regione un'opposizione più propositiva rispetto a quella rancorosa che fa il lui a Civitanova”.

 

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.