L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

martedì, 12 novembre 2019

150 Unità d’Italia. Non avveleniamo questo senso di appartenenza. Le iniziative in Regione

La proverbiale anomalia italiana, che ci distingue ormai da diversi anni in tutto il mondo, è passata anche per l'infinita polemica sulle celebrazioni del 150° anno dall'unificazione del Paese. Quando, tra cinquant'anni, i nostri nipoti festeggeranno il 200° anniversario dell'Italia unita, ci guarderanno forse con imbarazzo ripensando alle nostre diatribe. Che non si sono ancora placate, nonostante il decreto legge del 22 febbraio scorso abbia ufficializzato il 17 marzo 2011 come giornata di festa nazionale a tutti gli effetti. È di oggi, ad esempio, la notizia dell'abbandono da parte degli esponenti leghisti, Renzo “Trota” Bossi compreso, della seduta odierna del Consiglio regionale lombardo, al momento dell'esecuzione dell'inno di Mameli: hanno preferito ritemprarsi con un caffè al bar. E come non ricordare il commento dell'europarlamentare Mario Borghezio all'indomani del decreto istitutivo della festa – decreto non votato dai ministri leghisti- “Sarà una giornata di lutto” o quello del Ministro della Semplificazione Calderoli“ in un momento di crisi economica internazionale e' pura follia. Ed è anche incostituzionale”.

La questione della copertura finanziaria, cui anche la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia si era appigliata, è risolta con il trasferimento degli effetti economici e degli istituti giuridici e contrattuali dalla festa del 4 novembre al 17 marzo. Un'osservazione più semplice e deduttiva è quella che vede il calendario 2011 ridotto all'osso per quanto riguarda le festività: il primo gennaio è stato un sabato, saltano 25 aprile ( che coincide con la Pasqua) e Primo maggio ( è una domenica) e anche il giorno di Natale sarà una domenica. Discutere così alacremente su un giorno di festa in più mi sembra pertanto davvero esagerato. A due giorni dalle celebrazioni, insomma, il clima è ancora aspro, ma i preparativi vanno avanti, sia a livello nazionale che locale: concerti, incontri, dibattiti, momenti aggregativi e di condivisione per ritrovare la nostra identità nazionale, per unificare le generazioni attraverso il tempo.

Questo dovrebbe essere il vero senso del 17 marzo: ritrovarci e riconoscerci tutti in una sola Italia, unica ed indivisibile, alla quale dobbiamo la nostra condizione di cittadini liberi, condizione che molti popoli ancora oggi non hanno. Se qualcosa di incostituzionale c'è, è il tentare di avvelenare questo sentimento di appartenenza. Poiché, come spesso accade, le discussioni alla fine creano soltanto confusione, l'altro giorno ho dovuto spiegare bene a mia zia, donna ultraottantenne, che la festa ci sarà solo per quest'anno. Sentirmi rispondere “mbé, tutto 'sso sciapo pe' 'na jornata?”, credo sintetizzi alla perfezione l'inutilità delle polemiche sul 17 marzo, che tutti ci auguriamo di lasciarci definitivamente alle spalle. Saranno i posteri a sentenziarne la stupidità.

Ora un giro tra le iniziative organizzate nelle provincie marchigiane.

IL MESSAGIO DEL GOVERNATORE DELLA REGIONE SPACCA  "L'entusiasmo e la passione che stanno animando la comunita` marchigiana per le celebrazioni per i 150 anni dell'Unita` d'Italia, testimoniano come questo anniversario abbia saputo reinterpretare in chiave contemporanea il sentimento di appartenenza ad un Paese unito e coeso. Siamo certi quindi che anche i marchigiani, domani, si uniranno idealmente a tutti gli italiani nel ricordo di coloro che trasformarono in realta` il tanto accarezzato sogno di un'Italia unita. Mi unisco a tutti loro nell'augurare alla nostra Italia un presente e un futuro che siano sempre piu` nel segno della solidarieta` e della coesione'. Cosi` il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, alla vigilia dell'anniversario dei 150 anni dell'Unita` d'Italia. Domani Spacca sara` a Roma per partecipare alla cerimonia celebrativa del 150 nell``Aula di Montecitorio, con gli interventi dei presidenti di Camera e Senato, Gianfranco Fini e Renato Schifani e il discorso celebrativo del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano".

SEDUTA SOLENNE DELL'ASSEMBLEA DEDICATA AI 150 ANNI DELL'UNITA' L'intervento del Presidente Vittoriano Solazzi. Il Presidente dell'Assemblea legislativa delle Marche Vittoriano Solazzi ha aperto questa mattina (15 marzo) la seduta solenne dedicata alle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia. "Dobbiamo cogliere l'occasione di questo anno in cui si celebrano i 150 anni per una lettura della storia del Risorgimento, è da lì che dobbiamo partire - ha esordito il presidente - Il deficit di conoscenze storiche in questo Paese sta purtroppo caratterizzando troppe generazioni. E un popolo, un Paese che non ha memoria, un Paese che non coltiva il ricordo, che non vivifica le proprie radici, è un Paese che rischia di non avere futuro". Un invito che il Presidente rafforza con una citazione di Giuseppe Mazzini, che incita gli italiani a tenere viva l'anima della patria nella propria coscienza. "Perché è necessario vivificare tutto questo? Perché ci serve non solo come conoscenza di una pagina straordinaria, ma in quanto c'è una sfida superiore, la sfida di affrontare i temi attuali partendo da quella storia". "Dobbiamo recuperare il senso del ricordo e lo dobbiamo fare partendo da un'analisi critica, ma rispettosa dei diversi punti di vista – ha ribadito Solazzi - Non credo di dire una cosa strana se dico che ancora c'è un'unità difficile da raggiungere, ad esempio dal punto di vista economico, in un Paese diviso dall'enorme, esagerato divario che c'è tra nord e sud". La storia del Risorgimento e dell'Italia dunque come punto di partenza per affrontare le sfide del futuro. In primis il federalismo e la costruzione di una grande Europa unita. "C'è una domanda di decentramento decisionale e c'è un processo di integrazione europea che va avanti. Il federalismo non si scontra con l'unità del Paese. Ci può essere federalismo solo laddove c'è uno Stato unitario. Credo ci sia la necessità, condivisa da tutti, di avvicinare il luogo della decisione al luogo ove le persone vivono e operano, con un più stringente rapporto di controllo fra amministratori e amministrati. La costruzione di un'Europa in cui nessun Stato dimentica la propria storia è coerente con quella che fu la storia del Risorgimento italiano". Infine un richiamo ai giovani, interlocutori speciali verso i quali il Presidente Solazzi riserva una priorità assoluta. "In un anniversario come questo dobbiamo rivolgerci a loro. Sono loro la nostra proiezione, il nostro futuro. Una società che sconta tanto malessere e che non agevola il percorso di crescita e di sviluppo, non rende i giovani ottimisti rispetto al futuro. Dobbiamo parlare ai giovani incitandoli a conoscere di più e meglio la storia di questo nostro grande Paese, ma soprattutto facendo capire loro che conoscere quella storia significa prepararsi ad affrontare le sfide future". Il ricordo conclusivo Solazzi lo dedica ai protagonisti del Risorgimento marchigiano. "In questa regione dobbiamo celebrare il 150° anniversario dell'Unità d'Italia non in maniera rituale, bensì come convincimento della rilettura di una storia e la riattualizzazione di questa. Tanto più questo è dovuto in una regione come le Marche che è stata un teatro straordinario di battaglie epiche e di gesta eroiche di donne e uomini, a cui questa Assemblea porge il proprio saluto e il proprio ringraziamento, uomini e donne che sono l'orgoglio della nostra regione".

DAL CONSIGLIO REGIONALE DELLE MARCHE mercoledì 16 marzo ore 17 Ancona, Mole vanvitelliana INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA “1815-1915: le Marche, i marchigiani, il Risorgimento. la storia, le cronache, le passioni, i sacrifici" a cura dell’Istituto Gramsci Marche. giovedì 31 marzo ore 16 Ancona Ridotto del Teatro delle Muse Presentazione del libro “Il contrabbando della vita. Passione e politica nell’Italia del Risorgimento” di Emilia Sarogni, con la presenza dell’autrice, a cura della Commissione regionale Pari Opportunità Marche. lunedì 11 aprile ore 10 Aula del Consiglio regionale premiazione del concorso “Verso il 150°anniversario dell’unità d’Italia - le Marche e il processo di unificazionedell’Italia: vicende, luoghi, protagonisti” a cura della Associazioni ex consigieri della Regione Marche. sabato 30 aprile ore 9.30 Tolentino Auditorium Istituto “Francesco Filelfo” Convegno storico sul Risorgimento a cura del Comune di Tolentino.

IDV MARCHE Il 17 marzo l’Italia dei Valori sarà nelle piazze di ogni provincia marchigiana per festeggiare in mezzo alle persone, distribuire materiale informativo e consegnare ai cittadini le coccarde tricolore, simbolo dell’Italia unita che quest’anno compie 150 anni. Ed è proprio grazie all’Idv che questa ricorrenza potrà essere davvero festeggiata e avrà il giusto riconoscimento che merita. Di fronte a un governo superficiale e ipocrita che voleva far trascorrere il 17 marzo al lavoro, noi dell’Idv abbiamo presentato un’interrogazione alla Camera (questione time da me discusso) per sostenere la necessità imprescindibile di trascorrere questa giornata nelle piazze, a manifestare e a ritrovarsi insieme per riflettere fino in fondo sul significato di una data così rilevante per il nostro Paese. Interrogazione, la nostra, che ha dato al governo la spinta determinante per decidere contro le vessazioni della Lega. Da 150 anni l’Italia è unita, ma ancora troppe sono le divergenze e le differenze che la separano e la dividono in fazioni contrapposte. Il divario che andrebbe colmato con politiche responsabili, invece, è sempre più accentuato da un governo incapace di cogliere i cambiamenti e indirizzarli e di promuovere la condivisione e la convivenza costruttiva. Per questo, in vista di una giornata così significativa, vorrei ricordare che i simboli e le date sono importanti per le nazioni. Questa festa in particolare deve ricordare a tutti i cittadini italiani di appartenere ad un'unica nazione, a un’Italia bella e ricca di potenzialità troppo spesso inespresse. Bisogna essere fieri e orgogliosi delle proprie radici e fare in modo, ogni giorno, che questo nostro Paese possa essere un posto migliore, unito e florido, in cui far crescere e vivere i nostri figli. Lo si deve alle generazioni passate e a quelle future. L’Idv sarà presente con banchetti: Ancona- piazza Roma dalle 10 alle 13 Macerata - piazza della Libertà dalle 9 alle 13 Fermo - piazza del Popolo dopo le 17 Volantinaggio a Pesaro David Favìa, coordinatore Idv Marche

PROVINCIA ANCONA GIÀ CENTO GLI EVENTI PROGRAMMATI IN PROVINCIA PER CELEBRARE IL 150° ANNIVERSARIO DELL’UNITÀ D’ITALIA. Sono quasi 100 gli eventi già programmati in provincia per le celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia che, da marzo a ottobre, si svolgeranno sotto l’egida del Comitato provinciale comprendente enti locali prefettura e istituzioni storiche e culturali. Convegni, presentazione di libri, rassegne cinematografiche, spettacoli teatrali, mostre, concerti e notti tricolori per riscoprire l’eredità del Risorgimento e riaffermare il valore dell’unità nazionale. Tra i momenti salienti le notti tricolore che si svolgeranno ad Ancona, Belvedere Ostrense, Camerata Picena, Castelfidardo, Castelplanio, Jesi e Osimo con l’apertura di musei e negozi, canti e danze risorgimentali, animazioni per i bambini e visite guidate ai principali monumenti. Ma anche l’iniziativa del Fondo ambiente italiano che, nell’ambito dell’appuntamento nazionale “Giornate di primavera” (26-27 marzo), promuoverà visite guidate al sacrario-ossario dedicato ai caduti della Battaglia di Castelfidardo e alla selva dove sorge il monumento nazionale ai “Vittoriosi”. Dal canto suo, la Provincia commemorerà l’anniversario con una propria iniziativa il 26 maggio alla sala della Prefettura, presentando il volume sulla storia amministrativa e politica dell’ente attraverso le figure dei suoi presidenti dal 1861 al 2007. Il progetto, nato per celebrare il 150° anniversario dell’Unità e il centenario dell’Unione delle Province Italiane, è stato realizzato in collaborazione con l’Istituto regionale per la storia del movimento di Liberazione nelle Marche. “Già cento appuntamenti – afferma soddisfatta la presidente della Provincia di Ancona Patrizia Casagrande – che prima di tutto sono la dimostrazione di quanto nel nostro territorio siano lontane le polemiche a cui, un po’ ovunque, con tristezza siamo stati costretti ad assistere. Credo che, tutti insieme, siamo riusciti a dare un esempio di come, al di là delle fisiologiche divisioni politiche, l’Unità sia universalmente considerata un bene prezioso da difendere e far crescere. Un’unità da intendere in primo luogo come strumento di coesione sociale e via maestra per la tutela e l’estensione dei diritti”.“Tutti gli eventi – aggiunge l’assessore alla Cultura Carlo Pesaresi – saranno di alto profilo storico e culturale, non solo perché crediamo che la memoria del Risorgimento abbia ancora oggi molto da insegnare alle attuali e alle future classi dirigenti, ma anche perché la cultura, da sempre, rappresenta il connotato distintivo del nostro Paese e fonte di progresso civile, sociale ed economico”. Il programma degli eventi sarà distribuito dal Sistema museale della Provincia in tutto il territorio ed è già consultabile sulla home page del sito www.provincia.ancona.it, nell’apposita sezione dedicata al 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

ANCONA NOTTE BIANCA In occasione della prima Festa nazionale dell’Unità di Italia svariati sono gli avvenimenti organizzati dall’Amministrazione comunale, alcuni dei quali all’aperto. In caso di maltempo, l’iniziativa in programma domani alle ore 17,00 in piazza della Repubblica dedicata a bambini, sport e tempo libero, si svolgerà al Palaveneto PROGRAMMA: Partecipazione con apertura straordinaria fino alle 24,00 delle attività economiche con allestimenti e decorazioni di vetrine dedicate al 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Ore 17,00 – Mole Vanvitelliana: Inaugurazione della mostra “1815 – 1915 Le Marche, i marchigiani, il Risorgimento, l’Italia. La storia, le cronache, le passioni, i sacrifici”. Ingresso gratuito. Ore 17,00 – Museo Tattile Statale “Omero”: “Italia SottoSopra”, bambini e genitori sono invitati a partecipare ad un laboratorio per impastare e reinventare un’Italia insolita. I lavori saranno esposti il 17 marzo dalle 17,00 alle 18,30. Costo: 6 euro. Gratuito per diversamente abili e loro accompagnatori. Prenotazione obbligatoria, posti limitati. Via Tiziano, 50, Ancona – Tel 071 2811935, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Ore 17,00 – Piazza della Repubblica: pomeriggio dedicato ai bambini con giochi e attività organizzati dagli animatori dei centri estivi del Comune di Ancona e partecipazione di noti personaggi del mondo dello sport. In collaborazione con il CONI e l’Assessorato allo Sport. Partecipazione libera. Ore 18,30 – Ridotto del Teatro delle Muse: “Il Risorgimento e l’opera. Le note del riscatto nazionale”, conferenza dal tono lirico e leggero, a cura di fabio Brisighelli, organizzata dalla Fondazione Teatro delle Muse e Associazione Amici della Lirica “Franco Corelli”. Via della Loggia – Tel 071 207841. Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Ore 19,00 – Museo Archeologico Nazionale delle Marche: apertura straordinaria fino alle 24,00. Via Ferretti, 1– Tel 071 202602. Ore 19,00 – Pinacoteca Civica “F. Podesti”: apertura straordinaria fino alle ore 24,00. Via Pizzecolli, 17– Tel 071 2225041. Ore 19,00 – Teatro delle Muse: apertura straordinaria del Musecafè per aperitivi e dello spazio espositivo per visita alla mostra “Teatri di luce” di Patrizia Molinari. Via della Loggia – Tel 071 207841. Ingresso libero. Ore 20,00 – Museo della Città: apertura straordinaria fino alle 24,00. Piazza del Plebiscito – Tel 071 2225037. Ore 21,00 – Pinacoteca Civica “F. Podesti”: “Unità d’Italia, autori vari, tecnica mista”, letture di Gabriele Bonafoni, con Valentina Bonafoni e accompagnamento musicale di Fabrizio Alessandrini. Via Pizzecolli, 17 – Tel 071 2225041. Ore 21,00 – Museo Diocesano: apertura straordinaria fino alle 23,00 con visite guidate gratuite dal titolo “L’800 e l’Unità d’Italia al Museo Diocesano”. Piazzale del Duomo – Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Ore 21,15 – Sala Conferenze, Museo Archeologico Nazionale delle Marche: "I canti della Patria raccolti da Palermo Giangiacomi", conferenza a cura di Ivana Pellegrini e di Antonio Luccarini. Apertura della mostra “L’immagine di sé” e sezione studiata per l’occasione accanto al famoso ritratto di Augusto. Via Ferretti, 1 – 071 202602. Ore 22,00 e 23,00 – Museo della Città: “150 anni fa ad Ancona…”, a disposizione del pubblico due turni di visite guidate gratuite alla sezione ottocentesca del museo. Partecipazione gratuita, si consiglia la prenotazione. Piazza del Plebiscito – Tel 071 2225037. Ore 22,30 – Piazza del Plebiscito: Gastone Pietrucci e La Macina presentano il concerto “1861 – 2011: un paese mancato, i centocinquanta anni dell’Unità d’Italia nelle canzoni popolari e nelle speranze degli italiani”. Un concerto che scava nella storia collettiva, un percorso attraverso i secoli, dal 1700 ai giorni nostri. Ingresso libero. FESTA PER LE CELEBRAZIONI DEL 150° ANNIVERSARIO DELL’UNITA’ D’ITALIA, 17 MARZO PROGRAMMA: Ore 9,30: Piazza Cavour – Cerimonia dell’alzabandiera e a seguire intrattenimento musicale della Banda di Torrette. Ore 15,00: Museo Diocesano – apertura straordinaria fino alle 18,00 con visite guidate gratuite dal titolo “L’800 e l’Unità d’Italia al Museo Diocesano”. Piazzale del Duomo – Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Ore 17,00: Museo Diocesano – Concerto a formazione cameristica nei suggestivi locali della sezione ottocentesca organizzato dall’Accademia Musicale di Ancona (Tel 071 2072549). Piazzale del Duomo – Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Ore 17,45: Piazza Cavour – Cerimonia dell’ammainabandiera alla presenza di una compagnia di interforze. Ore 18,00: Piazza Roma – “L’A.N.P.I. saluta il 150°” Ore 18,30: Piazza Roma – Intrattenimento musicale della Banda di Torrette. Apertura straordinaria del Centro Commerciale Naturale Amendola & Co con allestimenti e decorazioni delle vetrine dedicati al 150° Anniversario dell’Unità d’Italia. Il programma dettagliato è consultabile al sito www.comune.ancona.it .  

CASTELFIDARDO – La giornata dedicata alla celebrazione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia non può che avere un sapore speciale a Castelfidardo. La ricorrenza del 18 settembre 1860 è già stata onorata in città con una serie di iniziative di riconosciuto spessore, ma anche il prossimo 17 marzo lascerà un segno. La data prescelta come festa nazionale, assumerà i colori della bandiera italiana e sapori tipicamente locali grazie alla sinergia tra Amministrazione Comunale, fondazione Ferretti, Italia nostra, Pro Loco, Scuole, Museo del Risorgimento e della Fisarmonica. Dal prologo della notte tricolore con suggestive armonie di fisarmoniche e visite guidate al Parco del Monumento, al raduno dei Minisindaci dei parchi d’Italia. Poi, la “scoperta” dell’itinerario d’arte nella scultura tra Porta Vittoria e la Cancellata degli Allori del Monumento Nazionale delle Marche e l’esibizione a Porta Marina intorno alle 17 della fisorchestra “Città di Castelfidardo” su temi patriottici. Un aperitivo musicale che avrà come naturale conclusione la degustazione di prodotti rigorosamente a km zero offerti dall’Amministrazione Comunale. Una giornata aperta a tutta la cittadinanza che coniuga e celebra l’orgoglio italico e quello “paesano”, nella quale ci sarà modo di apprezzare anche nuove installazioni nell’area di piazzale Michelangelo. La suggestiva balconata della rinnovata Porta Marina che apre lo sguardo verso un infinito orizzonte verrà intitolata “belvedere della battaglia”, mentre il teatro Astra verrà dedicato alla figura di Rodolfo Gasparri, pittore figurativo che ha realizzato noti cartelloni cinematografici, “sagomati” che hanno consegnato alla memoria collettiva alcune fra le più importanti pellicole nazionali. Chiamate in causa, ovviamente, anche le scolaresche. Gli studenti dell’Istituto Comprensivo Giuseppe Mazzini daranno vita nella mattinata di mercoledì 16 a tre distinte performance nelle sedi dei plessi di Sant’Agostino (infanzia e primaria del Cerretano), delle elementari Mazzini (infanzia Acquaviva e primaria Mazzini) e al Monumento Nazionale delle Marche (alunni della secondaria di primo grado); ogni classe presenterà i propri lavori centrati su rielaborazioni teatrali, storiche, poetiche e musicali per poi librare in aria palloncini tricolori con messaggi di “buon compleanno Italia”. Programma 1861-2011: Buon compleanno, Italia Mercoledì 16 marzo - Notte Tricolore ore 21.30 - “La romantica avventura” visite guidate al parco del Monumento Nazionale delle Marche: suggestive armonie di fisarmoniche nel bosco e la maestosità del Monumento “Ai Vittoriosi di Castelfidardo” a ricordo della storica battaglia risorgimentale per l’Unità d’Italia. Apertura serale del Museo Internazionale della Fisarmonica e del Museo del Risorgimento. Giovedì 17 marzo “Dal parco naturale all’Unita’ d’Italia”: Incontro a Castelfidardo della rete scolastica “Coloriamo il Nostro Futuro” - Consiglio Comunale dei ragazzi - Minisindaci dei Parchi Nazionali e delle Riserve d'Italia Ore 9.00 : visita guidata ai luoghi della battaglia Ore 10,00: deposizione corona d’alloro al Sacrario-Ossario, alza bandiera ed inno nazionale Ore 11.00: Salone degli Stemmi Civica Residenza – Tavola Rotonda sul tema: “A 150 anni dall’Unità d’Italia, le ragioni per sentirsi Italiani” Ore 15.00: incontro dibattito “L’unità d’Italia nell’unità dei Parchi - Tracce risorgimentali nel nostro parco”. Anteprima del Convegno Nazionale di Ischitella (FG) “Identità locale per l’Unità d’Italia – incontro di piazza e visita al percorso culturale nella scultura da Porta vittoria alla cancellata degli allori (Nuova vita, di Goffredo Catraro; Il bosco della musica, fontana di Tonino Guerra; Occhio di Horus” di Massimiliano Orlandoni; Monumento alla Fisarmonica ed al lavoro di Franco Campanari; 5 Crocifisso della scuola fiorentina della Robbia; Cancellata degli allori di Vito Pardo). Ore 17,00: • Esibizione della Fisorchestra Marchigiana. • Saluto autorità • Intitolazione del cinema Astra a Rodolfo Gasparri • Intitolazione del “Belvedere della battaglia • Degustazione di panini e bevande offerte da “Il Salumificio del Conero”, Camilletti e “Sì con te” supermercati Giovedì 18 marzo Ore 9.30: visite guidate alla Selva di Castelfidardo (area floristica protetta regionale e zona SIC d’Interesse comunitario), luogo strategico della battaglia Venerdì 19 marzo ore 14.30: “Due ruote per l’unità d’Italia”, pedalata storico/ecologica tra campi, stradine e case coloniche dell’area della battaglia (in collaborazione con il SuperBike Team Castelfidardo, Gruppo Comunale di Protezione Civile) 150° anno della proclamazione dell’Unità d’Italia Giovedì a Loreto “W L’ITALIA” concerto musicale di Luca Lattanzio Giovedì 17 marzo alle ore 21,00 presso il Palacongressi Comunale si svolgerà "W L’ITALIA" grande concerto musicale del Cantautore Luca Lattanzio organizzato in occasione del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia. Uno spettacolo che vuole sottolineare l’importanza della musica e delle canzoni come mezzi di divulgazione della cultura italiana. Il repertorio ripercorrerà grandi successi dei 150 anni della storia d’Italia, interpretati dal cantautore Luca Lattanzio e dalla sua band. La direzione artistica dell’evento sarà curata dal regista e attore Stefano Bianchi che sarà anche la voce recitante. Verranno eseguiti brani popolari, canzoni d’autore e anche canzoni italiane che hanno reso celebre l’Italia nel mondo: dalle romanze, alla canzone napoletana, ai primi successi sanremesi di Albano, Modugno, fino ai recenti Bocelli, Ramazzotti, Pausini, Venditti, De Gregori, De Andrè e molti altri. Un concerto storico – culturale, divertente e adatto al pubblico di ogni età. Il concerto inizierà con piano, voce e viola e, man mano che passeranno gli anni, si aggiungeranno gli strumenti, fino ad arrivare alle formazioni moderne. Uno spettacolo che punta a coinvolgere anche i ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado e che vedrà la partecipazione di artisti e giovani provenienti dal tessuto locale come le ginnaste e i ginnasti dell’ASD Ginnastica Loreto e i ragazzi del Coro "VOCINCANTO" dell’Istituto Comprensivo “G.Solari” di Loreto. L’evento è organizzato dal Comune di Loreto – Assessorato alla Cultura in collaborazione con l’Associazione Culturale l’Artista. “Sarà una bellissima occasione – ha detto l’Assessore alla Cultura Maria Teresa Schiavoni – per celebrare tutti insieme il 150° anno della proclamazione dell’Unità d’Italia uniti dalle note della buona musica italiana”. Ingresso gratuito.

CASTELFIDARDO – Palloncini al vento, cappellini a tono, entusiasmo dirompente: così l'Istituto Comprensivo Giuseppe Mazzini ha celebrato la prima delle giornate tricolori che Castelfidardo dedica al 150° anniversario dell'Unità. Gli studenti dei vari plessi sono stati riuniti in tre punti nevralgici (Sant’Agostino, Mazzini e teatro Astra) dove hanno portato in scena i lavori che idealmente concludono – come spiegato dalla preside Maria Eugenia Tiseni – un percorso didattico che ha approfondito le tematiche risorgimentali, avvalendosi del prezioso contributo dell'intero corpo docente e delle famiglie. I ragazzi del laboratorio teatrale delle classi terze, in particolare, hanno dato vita ad una performance teatrale - cui ha presenziato anche il Sindaco Soprani - che si è soffermata sulle principali tappe storiche del processo unitario, sui valori della Costituzione e dell'Europa. Con un lieve cambiamento di copione imposto dalle condizioni meteo, la sfilata si è poi svolta da corso Matteotti in direzione di piazza della Repubblica, dove le centinaia di studenti hanno sventolato le bandiere tricolori e quelle del progetto Comenius, lanciando festosamente in aria colorati palloncini. Oggi (giovedì) il programma prevede l'inaugurazione del percorso culturale da Porta Vittoria al Monumento nazionale delle Marche con festa di piazza aperta a tutta la cittadinanza a Porta Marina (ore 17.00); dopo i saluti delle autorità e l'esecuzione di brani su temi patriottici da parte della Fisorchestra Marchigiana, l'Amministrazione Comunale offrirà una degustazione di prodotti tipici grazie al contributo da “Il Salumificio del Conero”, Camilletti e “Sì con te” supermercati. In mattinata, inizia invece l'incontro del Consiglio Comunale dei ragazzi - Minisindaci dei Parchi Nazionali e delle Riserve d’Italia, nella cui agenda spicca la visita ai luoghi simbolo della battaglia e un dibattito su “Unità d'Italia nell'Unità dei Parchi”.

POLITECNICA DELLE MARCHE. L'Unità per immagini dell'inno nazionale nelle sedi di Economia, Ingegneria e Medicina dell'Università Politecnica delle Marche, da martedì 15 al 18 marzo è allestita una mostra suggestiva dedicata all’Inno di Mameli dall’associazione studentesca dell’Università Politecnica delle Marche Università Europea-Azione Universitaria

PROVINCIA MACERATA

CIVITANOVA 6 novembre 2010 – 7 giugno 2011: il Comune di Civitanova Marche festeggia l’anniversario dei 150 anni dell’unità d’Italia con un calendario di eventi spalmato fino a metà anno, che spaziano dalla presentazione di libri sul Risorgimento ai concerti. Il programma pensato dall’Amministrazione comunale in collaborazione con Pinacoteca, Biblioteca e Teatri, è stato presentato questa mattina in conferenza stampa dal sindaco di Civitanova Marche Massimo Mobili, dall’assessore al Turismo Sergio Marzetti, dal presidente della Biblioteca comunale Marco Pipponzi, dal direttore della Pinacoteca comunale Enrica Bruni e dal consigliere comunale del Pd Sergio Cognigni. “La prima iniziativa risale a 6 novembre dello scorso anno – ha detto Mobili - quando è stato convocato un consiglio comunale aperto in occasione della ricorrenza dell’annessione di Civitanova al Regno d’Italia (23 ottobre 1860). Ora presentiamo il resto del programma, di cui andiamo fieri, che ha ricevuto i patrocinio della Prefettura di Macerata e dal Consiglio dei Ministri. Saranno occasioni culturali ma anche di festa popolare cui tutta la cittadinanza è invitata a partecipare”. In occasione del Consiglio comunale convocato per il 17 marzo, sono state coinvolte le scuole Primarie che sfileranno insieme alla banda cittadina percorrendo le principali vie del centro, indossando cappellini tricolore. La Pinacoteca ha proposto l’apertura straordinaria dei locali il giorno 16, dalle ore 21,30 alle 24 e una lezione del corso di aggiornamento in Storia e beni culturali e il laboratorio didattico di calcografia sul tema del “va pensiero sull’ali dorate”. Il presidente della Biblioteca, Marco Pipponzi ha ricordato in particolare il libro per bambini scritto dalla direttrice Carla Mascaretti “Buon compleanno, Italia”, che ha ricevuto l’apprezzamento dell’Ufficio Presidenza della Repubblica e che è stato richiesto da diverse scuole italiane dalla Sicilia al Veneto. Di seguito il programma completo delle manifestazioni Prefettura –Ufficio Territoriale del Governo di Macerata 11 marzo 2011 - ore 17,30 Centro Civico, Quartiere Risorgimento - presentazione del libro per bambini “Buon Compleanno, Italia!” di Carla Mascaretti, presentazione di Amneris Ulderigi, letture di Simona Carassai 16 marzo 2011 - ore 21,30 Teatro Annibal Caro - di Civitanova Marche Alta concerto dell'Orchestra Filarmonica Marchigiana - Direttore M° Stefano Furini - pianoforte M° Lorenzo Di Bella; dalle ore 21,30 alle ore 24,00 - apertura straordinaria della Pinacoteca Comunale "Marco Moretti" di Civitanova Marche Alta - Ingresso gratuito - A tutti i visitatori sarà dato in omaggio un catalogo del museo 17 marzo 2011 - ore 16,30 Piazza XX Settembre - Banda Musicale Città di Civitanova Marche, sfilata per le vie cittadine - ore 17,30 Teatro E. Cecchetti - Consiglio Comunale straordinario e presentazione del libro del prof. Pier Luigi Cavalieri, Civitanova Marche nell'età del Risorgimento; ore 19,30 Piazza XX Settembre - Banda Musicale Città di Civitanova Marche - ore 20,00 Piazza XX Settembre - Spettacolo pirotecnico 20 aprile 2011 - ore 15,30 Aula Magna del Liceo Scientifico - ”Leonardo da Vinci” di Civitanova Marche - Genius Loci - 8° Corso d'aggiornamento - Storia e Beni Culturali - convegno Le marche e l'Unità d'Italia, con il professor Gilberto Piccinini, Presidente della Deputazione di Storia Patria di Ancona aprile/maggio 2011 Pinacoteca Comunale "Marco Moretti" - di Civitanova Marche Alta - Va pensiero sull'ali dorate laboratori didattici d'incisione e calcografia per i ragazzi della Scuola Secondaria di primo Grado maggio 2011 Sala ”Enrico Cecchetti” - Biblioteca Comunale di Civitanova Marche - Progetto Lettura sul tema del Risorgimento e dell’Unità d’Italia, per le Scuole Primarie e Secondarie di 2° grado 4-7 giugno 2011 ore 11,00 Ente fiera di Civitanova Marche - Mostra collettiva elaborati didattici d'incisione Va pensiero sull'ali dorate - ore 16,30 Ente fiera di Civitanova Marche - Progetto Lettura sul tema del Risorgimento e dell’Unità d’Italia, per le Scuole Primarie e Secondarie di 1° grado

PD CIVITANOVESE E GIOVANI DEMOCRATICI Sono ancora pochi i tricolori a sventolare lungo le vie civitanovesi e per questo il Pd rivolge l'invito ai cittadini ad esporre su ogni casa la bandiera per celebrare il 150° dell’Unità d’Italia - scrivono Giulio Silenzi Segretario Pd Civitanova e Alessandra Boscolo Giovani Democratici Civitanova . Sarebbe bello infatti vedere un fiume di colori Verde, Bianco e Rosso affinché in tutti sia vivo il ricordo o nei più giovani il sapere di che cosa quella bandiera rappresenta. Insomma un 150° di festa ma soprattutto un 150° di riflessione. Oltre a prendere parte alle varie iniziative Istituzionali promosse dalla Prefettura e dal Comune, il Pd e i Giovani Democratici hanno organizzato, giovedì 17 marzo a partire dalle 21.15, presso il Cineteatro Cecchetti, una serata di festa, cultura, storia, musica e testimonianze a simbolica conclusione di una giornata che sarà densa di significato perché attraverso il risveglio delle emozioni ci ricorderà l’importanza della nostra identità, del nostro essere orgogliosamente italiani. A salire sul palco, i Vacation Amnesia, Luisa De Luca, Marco Di Stefano, Martina Marinelli, Rosetta Martellini, Andrea Mei, Andrea Pistoleri, Marco Poeta, i Rinomatti, Andrea Tonnarelli e Pina Vallesi. Gli artisti si alterneranno sul palco. L’ingresso è libero e tutti sono invitati a partecipare.

MACERATA: 39 SCUOLE PARTECIPANO AL CONCORSO PROVINCIALE. Si è riunita in Provincia, per iniziare i suoi lavori di valutazione, la commissione giudicatrice del concorso scolastico provinciale indetto nell’ambito delle manifestazioni celebrative per il 150° dell’Unità d’Italia. Alla scadenza del bando sono pervenute al servizio istruzione della Provincia lavori presentati da 39 Istituti scolastici: 15 della scuola primaria, 17 della scuola media inferiore e 7 delle scuole superiori. Il tema del concorso è “Lo sguardo dei giovani d’oggi sull’Italia unita, tra senso storico e significato futuro”. Alunni e studenti sono stati invitati a sviluppare in gruppo l’argomento con elaborati scritti in forma di saggio breve o elaborati grafico artistici oppure poesie. La commissione è presieduta da Stefania Borgani, responsabile del servizio scuola della Provincia di Macerata e composta dalle professoresse Silvana Donati, Daniela Moltedo e Gabriella Volpe. Per ciascuna delle tre sezioni del concorso è in palio un primo premio, da assegnare alla scuola, consistente in un buono spesa di duemila euro da utilizzare per un viaggio d’istruzione o in materiali didattici a vantaggio degli studenti. Ulteriori tre premi, consistenti in una gita di un giorno a Roma per assistere al Carosello Storico dell’Arma dei Carabinieri, saranno assegnati ai secondi classificati nelle tre sezioni. Questo ulteriore premio è stato offerto dalle associazioni Lions club Macerata Host e Lions club Macerata Sferisterio.

LA SCUOLA PRIMARIA “S.D’ACQUISTO” DI VIA PANFILO FESTEGGIA I 150 ANNI DELL’UNITÀ D’ITALIA. Ieri, sul piazzale della scuola, pieno di bandiere, festoni e fiocco tricolore, la scuola ha celebrato l’anniversario dell’Unificazione della nostra Patria: erano presenti, oltre agli allievi, gli insegnanti e le famiglie, le autorità civili e militari della città di Macerata. Dopo il saluto introduttivo della Dirigente, dott.ssa Silvana Bacelli, sono stati espressi gli onori alla bandiera, allo squillo di tromba e con il canto dell’Inno di Mameli. A seguire, si sono alternati i contributi affettuosi e significativi delle autorità: il Tenente Meluccio, il Maresciallo Bottalico, l’assessore Pantanetti. Una bambina ha poi raccontato la storia coraggiosa del carabiniere Salvo D’Acquisto, cui è intitolata la scuola, a significare ancora una volta il valore del coraggio, del sacrificio, della dedizione alla patria. Per finire, gli onori ai caduti di tutte le guerre, che lo squillo di tromba ha reso particolarmente sentiti e commossi. L’istituto di via Panfilo ha quindi vissuto un momento partecipato, carico di significato, ed inoltre ha ricordato il ruolo della formazione nel processo verso l’Unità d’Italia: le scuole infatti – mediante l’alfabetizzazione e la diffusione della lingua italiana in ogni parte del Paese – contribuirono in modo determinante ad unire i popoli, a condividere gli stessi ideali, insomma a “fare” gli italiani.

MACERATA “NABUCCO” DI VERDI AL CINEMA E VISITA ALL’ OTTOCENTESCA SALA CONSIGLIO PROVINCIALE Il 15 marzo alle 20,30 al cineteatro Italia di Macerata si potrà assistere (con ingresso gratuito) alla proiezione dell’opera “Nabucco” di Giuseppe Verdi, con la direzione di Daniel Oren, registrato nell'agosto 2007 all'Arena di Verona. L’iniziativa è promossa dalla Provincia e dal Comune di Macerata nell’ambito delle celebrazioni per il 150° dell’Unità d’Italia. Inoltre, nella serata di mercoledì 16, in occasione della “Notte Tricolore”, la Provincia apre al pubblico la ottocentesca Sala del Consiglio provinciale in Corso della Repubblica 28. Dalle 21 alle 24 sarà presente il personale dell’Ufficio IAT di Macerata per illustrare ai visitatori le caratteristiche della sala ed in particolare gli affreschi.

GIORGIO POLLASTRELLI, COORDINATORE FUTURO E LIBERTA' DI MACERATA. "Fra due giorni sarà il 17 marzo,ricorrenza del centocinquantesimo anno dall’Unità d’Italia,per alcuni sarà una data come tante forse in molti si chiederanno perché non si andrà a scuola o al lavoro,per alcuni invece sarà una festa comandata ,quasi un obbligo.E’ quanto ci resta dopo una storia millenaria fatta di poeti e di condottieri,di imperi e di invasioni straniere,di sangue e di gloria.Se il mondo vede nell’Italia di oggi una cartina tornasole di un mondo che è stato ,noi guardiamo attoniti il cammino della nostra patria,non vorremmo che sia lo specchio dell’Italia che verrà,perché non ci piace.E non lo diciamo per semplici questioni politiche,ma per motivazioni che includono la nostra cultura e libertà,il nostro spirito di popolo che non trova oggi un’unità e che arranca nel prospettare un futuro migliore.Per questo per noi l’Unità d’Italia non è un dato politico ne storico,non è una coincidenza di eventi protratti per mano forse da ignari passeggeri della storia e forse da eroi.Per noi Unità è un valore spirituale, è sentirci parte di un tutto nelle differenze è sentirsi fratelli dalle Alpi sino alle coste della Sicilia,è rivendicare un passato che ci regala i nostri migliori valori di una civiltà di cui portiamo ancora il vessillo.Per questo giovedi con una folta rappresentanza maceratese di FLI saremo a Bolzano insieme a tutto Futuro e Libertà per dare un messaggio all’Italia ,perché viviamo in un epoca in cui c’è chi brucia il tricolore ma c’è anche chi per esso è ancora pronto a donare la vita.

RECANATI LORENZO LOTTO E IL TRICOLORE, A RECANATI I DUE EVENTI DI RILIEVO CULTURALE. Il Museo Civico di Villa Colloredo Mels, a Recanati, ospita due eventi di forte rilevanza culturale: il capolavoro di Lorenzo Lotto appartenente alle collezioni private del Quirinale, e per la prima volta uscito dal palazzo della presidenza della Repubblica, la 'Madonna con il Bambino' e la mostra legata alle celebrazioni sull'Unita` d'Italia "La Bandiera Proibita". Il binomio storico artistico e` stato presentato alla stampa questa mattina dall'amministrazione comunale di Recanati con il plauso dell'assessore regionale alla Cultura, Pietro Marcolini: 'La Regione Marche e` vicina alla citta` di Recanati che persegue in modo continuativo una politica culturale attenta sia alla valorizzazione del proprio patrimonio che alla realizzazione di eventi. Il prestito straordinario della `Madonna' del Quirinale di Lorenzo Lotto si inserisce nel felice contesto del progetto nazionale che sta premiando Recanati dal punto di vista mediatico grazie alla presenza di ben tre capolavori alla mostra delle Scuderie del Quirinale'. L'arrivo da Reggio Emilia della mostra dedicata al Tricolore, che ha aperto le celebrazioni dell'Unita` d'Italia, dove e` esposta tra l'altro la Bandiera issata dalla Repubblica Romana nel 1849, 'costituira` ' aggiunge Marcolini - un forte elemento di richiamo per tutta la regione'. Il sindaco di Recanati, Francesco Fiordomo, il soprintendente di Urbino, Gabriele Barucca, il presidente BCC, Sponsor dell``iniziativa, Giacomo Regnicolo e l'assessore alle Culture di Recanati, Andrea Marinelli, hanno posto l'accento sul prestigio che gli eventi donano alla citta`: 'Recanati come citta` di Lorenzo Lotto era un logo oramai diffuso nell``immaginario collettivo ' hanno sottolineato gli amministratori - mentre oggi si candida a pieno titolo anche come citta` del Tricolore'. `La Madonna con il Bambino' rimarra` esposta a Recanati sino a giugno in compagnia di una sorpresa, la "Pentecoste" che il critico d``arte Pietro Zampetti ha attribuito prima di morire al Lotto stesso. 'Un``occasione unica per gli amanti del genio del Rinascimento ' e` stato rilevato in conferenza stampa - che potranno ammirare sia un``opera inedita che un capolavoro mai esposto al pubblico'. Di rilievo anche l'evento legato alle celebrazioni dell``Unita`` d``Italia con la mostra allestita per onorare la bandiera, con autentici capolavori pittorici e cimeli d``epoca, comprendenti, tra le altre cose, i primi tricolori di fine settecento. La mostra e` stata promossa dal Ministero 'che ha eletto Recanati come sede di una delle piu` importanti mostre dell``intero centro Italia legate alle celebrazioni per i 150 anni di Unita` nazionale. Celebrazioni che hanno visto Recanati in primo piano considerando anche l``iniziativa del 17 Marzo dei `Mille poeti sul Colle', che vedra` alcuni dei piu` grandi intellettuali italiani rendere omaggio, nei luoghi simbolo della citta`, ad un padre della patria come Giacomo Leopardi'.

RECANATI Il Fotocineclub di Recanati che quest’anno compie 35 anni di vita associativa, dopo aver realizzato tante mostre dedicate alla storia, alla cultura e alla vita della città, ricopre l'interno della Torre Civica dei colori che rappresentano la nostra identità di italiani. Per l’occasione della “Notte Tricolore”, i soci hanno voluto dare il loro contributo partecipando con entusiasmo a questo importante evento con una suggestiva mostra fotografica composta da due sezioni, una di foto attuali che raccontano e rappresentano scene di vita e realtà quotidiana locale, insieme ad altre più creative nate dall’emotività individuale, basata sull’esaltazione delle suggestioni cromatiche del tricolore. L’altra sezione sarà dedicata alle figure dei grandi personaggi del risorgimento Recanatese che è stata una fucina importante del patriottismo Italiano, attraverso le immagini dell'archivio storico del Presidente Baleani. La mostra rimarrà aperta fino al 27 marzo.

SAN SEVERINO: DUE RARISSIMI SCRITTI AUTOGRAFI DI GIUSEPPE GARIBALDI IN MOSTRA Due rarissimi scritti con la firma di Giuseppe Garibaldi, una lettera ed un dispaccio, saranno esposti domani (mercoledì 16) e giovedì (17 marzo) nella Galleria d’Arte Moderna del Municipio di San Severino Marche in occasione della Notte Tricolore e delle iniziative organizzare dal Comune per salutare i 150 anni dell’Unità d’Italia. I preziosi documenti sono stati messi a disposizione dal presidente della sezione cittadina - intitolata proprio a Garibaldi - della Società di Tiro a Segno Nazionale, Massimo Diamantini. Il 25 giugno del 1862, da Caprera, l’Eroe dei due mondi scriveva all’allora presidente del sodalizio settempedano: “Vi ringrazio dell’onore che voleste farmi nominandomi presidente di codesta Società del Tiro a Segno e l’accetto con viva soddisfazione”. Pochi giorni prima sempre Garibaldi, presidente onorario del Tiro a Segno, annunciava invece in un dispaccio inviato a Corrado Corradetti: “Verrò promuovere tiro bersaglio. Raccogliete firme società tiro nazionale, provinciale e mandamentale”.

SAN SEVERINO: UNA BANDIERA LUNGA 100 METRI, UNA MONGOLFIERA E UN GARIBALDI A CAVALLO CHE “VOLERA’” IN CIELO. LE SCUOLE FANNO FESTA Una bandiera lunga cento metri con i colori della Nazione saluterà domani (mercoledì 16) l’avvio dei festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia a San Severino Marche. Il vessillo sarà portato in corteo dai ragazzi dell’Istituto Tecnico Industriale “Eustachio Divini” che si sono dati appuntamenti, insieme agli studenti di tutte le altre scuole della città, proprio in piazza dove - a partire dalle 10,30 - sono in programma tantissime iniziative con la partecipazione di oltre mille giovani. Sempre i ragazzi delle Industriali, che eseguiranno anche musiche e canti accompagnati da una vera e propria band, hanno previsto la realizzazione di una grossa mongolfiera fatta di tanti palloncini colorati. Ad animare la festa, anche in questo caso con palloncini colorati e con dei fumogeni, interverranno anche gli studenti dell’Istituto Professionale “Ercole Rosa” che entreranno in piazza formando una vera e propria bandiera umana e che hanno realizzato la sagoma in polistirolo, ad altezza naturale, di un Garibaldi a cavallo che “volerà” in cielo spinto da palloncini rossi, bianchi e verdi. Anche loro eseguiranno alcuni canti. Sempre in piazza è previsto l’ingresso coreografico, con faccine colorate e bandierine tricolore, degli alunni della scuola primaria e dell’infanzia del Circolo Didattico “San Severino Marche” e di quelli dell’Istituto Comprensivo “Padre Tacchi Venturi”. Infine all’iniziativa in piazza prenderanno parte anche gli studenti del Liceo linguistico e del Liceo socio psico pedagogico “Bambin Gesù” che vestiranno felpe e cappelli tricolore.

SAN SEVERINO: TANTE MOSTRE PER RICORDARE LO SPECIALE ANNIVERSARIO Sono diverse anche le mostre organizzate a San Severino Marche per celebrare lo speciale anniversario dell’Unità d’Italia. La prima di queste sarà inaugurata domani mattina (16 marzo) alle 10 presso la sede dell’associazione culturale “La Tavolozza”, in via Cesare Battisti al civico numero 14. Titolo dell’esposizione, promossa dal Circolo Didattico “Alessandro Luzio” nell’ambito del progetto didattico “Cittadinanza e Costituzione”, dal Comune, dall’associazione “La Tavolozza”, sarà “Buon compleanno Italia”. Si tratta di una collettiva di pittura realizzata dagli alunni delle Scuole dell’Infanzia e dalle classi quarte e quinte della Scuola Primaria con la collaborazione di Elio Antonini, Livio Bellabarba, Marisa Rocci, Maria Ersilia Valentini ed Alfredo Zagaglia. L’inaugurazione sarà preceduta, alle ore 9, da uno spettacolo in programma alla sala polifunzionale Italia con canti e poesie da parte degli alunni delle classi terze, quarte e quinte della Scuola Primaria “Alessandro Luzio”. L’esposizione resterà poi aperta fino al 26 marzo con il seguente orario: dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19. Sempre domani (mercoledì 16), ma nel pomeriggio alle 18,30, presso la sala degli Stemmi del Municipio sarà inaugurata la mostra dei manifesti degli studenti del Circolo Didattico e dell’Istituto Comprensivo sui “120 dell’Unità d’Italia”. Saranno inoltre presentati anche il calendario realizzato, per la speciale celebrazione, dagli alunni della scuola di Cesolo e gli elaborati sempre degli alunni del Comprensivo che hanno preso parte al concorso della Provincia di Macerata dal titolo: “Lo sguardo dei giovani d’oggi sull’Italia unita tra senso storico e significato futuro”. Nella Galleria d’Arte Moderna del Municipio sarà visitabile anche la mostra, realizzata grazie alla disponibilità della locazione sezione della Società di Tiro a Segno Nazionale, con i documenti autografi di Giuseppe Garibaldi. E sempre parlando di mostre si ricorda che in occasione della Notte Tricolore sarà possibile far visita, gratuitamente, al Museo del Territorio, al piano nobile del Municipio ed alla Pinacoteca Civica “Padre Tacchi Venturi” dove verrà presentato anche il filmato “le unità degli italiani” a cura della Fondazione per le Scienze Religiose “Giovanni XXIII”. PESARO Giovedì 17 marzo, in occasione della Festa Nazionale dell’Unità d’Italia, i Musei Civici, Casa Rossini e il museo della marineria Washington Patrignani_Pesaro saranno chiusi al pubblico. Informazioni 0721 387541-474, infoline 199 151 123. 150^Unità d’Italia, corone d’alloro nei luoghi significativi del Risorgimento In occasione della Festa per i 150 anni dell’Unità d’Italia il vicesindaco Giuseppina Catalano, il vicepresidente del Consiglio Comunale Caterina Tartaglione, il vice prefetto Paolo De Biagi, deporranno una corona d’alloro nei luoghi significativi per la ricorrenza e secondo il seguente programma: 17 marzo - ore 9 1. Cimitero centrale – tomba monumentale del pesarese garibaldino Belisario Nicoletti 2. Piazza Garibaldi – monumento a Giuseppe Garibaldi 3. Porta Rimini – lapide in onore dei pesaresi caduti nelle guerre del Risorgimento 4. Via Mazzini – lapide a Giuseppe Mazzini 5. Via Sara Levi Nathan – targa ove nacque Sara Levi Nathan 6. giardini di Rocca Costanza – monumento a Terenzio Mamiani 7. Sacrario dei caduti di tutte le guerre – Cappella di S. Ubaldo 150° Unità d’Italia: esercizi commerciali chiusi il 17 marzo Si ricorda che un’ordinanza firmata dal sindaco di pesaro Luca Ceriscioli stabilisce la chiusura di tutti gli esercizi commerciali del territorio comunale giovedì 17 marzo, in occasione della Festa nazionale per i 150 anni dell’unità d’Italia Unità d’Italia, Consiglio solenne il 17 marzo in Prefettura PESARO – Oltre 200 amministratori, tra consiglieri e assessori, sono stati invitati al Consiglio solenne che si terrà giovedì 17 marzo, alle ore 11, nel salone Metaurense del Palazzo Ducale di Pesaro, sede della Prefettura, per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia. Un consiglio congiunto tra Provincia, Comuni di Pesaro, Urbino, Fano e Pergola (insignita della medaglia d’oro al Risorgimento), che inizierà con il saluto del Prefetto Attilio Visconti, per proseguire con gli interventi del presidente della Provincia Matteo Ricci, del vice sindaco di Pesaro Giuseppina Catalano e dei sindaci di Urbino Franco Corbucci, di Fano Stefano Aguzzi e di Pergola Francesco Baldelli. Il tutto, alla presenza di rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d’arma, di consiglieri regionali, autorità civili e religiose. Il consiglio solenne, che sarà accompagnato dalle note del “Quintetto Rossini – Ottoni internazionali”, sarà preceduto, alle ore 10.30, dall’alzabandiera in Piazza del Popolo, con la presenza della banda di Candelara. Nel pomeriggio, alle ore 16.30, appuntamento nella sala del consiglio comunale di Pergola (prima città delle Marche ad insorgere, l’8 settembre 1860, per l’Unità d’Italia) dove sono previste anche “Lezioni di storia risorgimentale” di Marisa Baldelli e Stefano Orazi. Alle ore 17.30 i presenti si sposteranno al Museo dei Bronzi Dorati per l’inaugurazione e la visita della mostra “Pergola tricolore”, relativa ai cimeli e documenti risorgimentali. “E’ la prima volta nella storia della provincia – evidenzia il presidente del consiglio provinciale Luca Bartolucci – che si tiene un consiglio congiunto tra Provincia e quattro Comuni, nella sede della Prefettura. Un appuntamento importante per celebrare i 150 anni della dichiarazione di unità d’Italia”. La cittadinanza è invitata a partecipare.

PROVINCIA DI PESARO

PESARO Giovedì 17 marzo/ Titanus Festival – Iniziativa per i 150 anni dell’Unità d’Italia “Uniti anche nella musica” Giovedì 17 marzo, alle ore 21, al teatro cinema Astra di Pesaro si terrà “Titanus Festival X 150° anniversario dell’Unità d’Italia - Uniti anche nella musica”. La musica ed il suo potere affratellante sarà il tema di questa serata di valore culturale e musicale che avrà anche momenti di riflessione dedicati al ricordo celebrativo. L’ingresso è gratuito. L’evento -, che ha il logo ufficiale delle celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia creato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - è organizzato dall’associazione a promozione sociale Titanus in collaborazione con l’assessorato allo Sviluppo economico, Sport e Turismo del Comune di Pesaro con il patrocinio di Regione Marche, Provincia di Pesaro e Urbino, Comune di Pesaro, ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca conservatorio statale di musica Gioachino Rossini. La serata, ideata dal direttore artistico Luca Veneziano, è parte integrante di un progetto musicale diviso in due parti, sul tema "Uniti anche nella musica", che si concluderà a Pesaro, nel mese di settembre 2011, con un “Multishow” che ripercorrerà le tappe fondamentali, storiche e musicali, dell'Italia in musica analizzando in maniera specifica le diverse colonne sonore dell'Italia unita. La manifestazione del 17 marzo sarà presentata da Brunella Ugolini, con la partecipazione straordinaria di Maria Chiara Mazzi (giornalista e musicologa italiana docente di Storia ed Estetica Musicale al conservatorio statale di musica Gioachino Rossini) che, nei suoi interventi introduttivi ai brani musicali in programma, illustrerà l’indissolubile legame che unisce la produzione operistica romantica italiana alla società ottocentesca ed alla storia del Risorgimento italiano. Il concerto lirico prevede la partecipazione del M° Matteo Mattioli (accompagnato al pianoforte dal M° Ramzi Hakim), della mezzosoprano Francesca Maria Sassu e del tenore Alessandro Moccia (accompagnati al pianoforte dal M° Lorenzo Gamboni). Il programma per arpe sarà a cura di Katia Bovo (docente di arpa presso il Conservatorio G.Rossini di Pesaro), Michela Amici e Margherita Burattini. I colori della bandiera italiana saranno rappresentati dalle creazioni della stilista Cristina Saginario e dalle coreografie di Claudia Matteini con il gruppo “Titanus Junior”. Saranno protagonisti della serata anche i rappresentanti di ANT, AVIS e Telethon, il “dialettologo” Carlo Pagnini, la poetessa Laura Marchetti, il cabarettista Lorenzo Giordani, la stilista Cristina Saginario, la pittrice Mary Sperti, lo staff di PesarOnstage, presidenti e coordinatori provinciali CS e molti dei protagonisti della maratona canora “Titanus Festival” ai quali l’assessore comunale allo Sviluppo economico, Sport e Turismo Enzo Belloni consegnerà ufficialmente i certificati di primatisti mondiali Guinness World Records. Dunque, dopo essere entrato nel 2010 nel guinness dei primati come maratona canora più lunga del mondo con 103 ore, 9 minuti e 26 secondi di musica e spettacoli no-stop, il Titanus Festival rientra in scena con tutti i suoi protagonisti per sostenere, attraverso la musica, il messaggio di identità ed unità nazionale delle celebrazioni a sigillo della consapevolezza delle comuni radici.

SANT'IPPOLITO UNO SPETTACOLO TEATRALE PER RIPERCORRERE L'800 17 marzo 1861 con la proclamazione del Regno d'Italia nasce lo Stato nazionale italiano. È questa la data dei festeggiamenti ufficiali per i primi 150 del nostro paese. In questa occasione in tutta Italia sono in programma iniziative ed eventi per celebrare questo momento fondamentale. A Sant'Ippolito il Comune e la Pro Loco ricordano l'Unità d'Italia con un originale spettacolo di memoria storica. " '800 che passioni ", messo in scena dalla compagnia Il Teatro delle Fragole, ripercorre alcuni degli eventi più importanti della fine del XIV secolo. Un accattivante momento teatrale nel quale si racconta un'epoca che va dall’Unità d’Italia, il cardine dello spettacolo, alla nascita del cinema. Un'epoca di scoperte, rivendicazioni e delusioni: il cinematografo e l’aspirina, l'emigrazione in America, le lotte per il voto alle donne in Inghilterra e tanto altro. Una serie di avvenimenti raccontati con vivacità e semplicità, un teatro di narrazione che diventa quasi una lezione di storia fuori dalle righe: vivere la storia per far vivere le storie. Lo spettacolo è in programma giovedì 17 marzo 2011, alle ore 20.30, presso la Sala Comunale di Reforzate. L'ingresso è gratuito, per informazioni 329 4283857. Il Comune di Porto San Giorgio celebra i 150 anni dell’Unità d’Italia con due iniziative in programma tra domani e giovedì 17 marzo. Mercoledì sera alle 21.15 al Teatro comunale, si inizierà con il concerto eseguito dall’orchestra e dal coro dei giovani delle scuole medie della Provincia di Fermo. Giovedì 17 marzo, festa dell’Unità d’Italia, Porto San Giorgio onorerà la ricorrenza con una celebrazione in Piazza Mentana. Alle ore 11, si procederà alla deposizione di una corona d’alloro al monumento ai caduti, cui seguirà l’inaugurazione del nuovo arredo urbano che circonda la stele, con la benedizione del parroco don Ermanno Michetti. Alla cerimonia parteciperà il corpo bandistico città di Porto San Giorgio, che eseguirà l’inno nazionale ed altri brani. Con la collaborazione dell’associazione culturale Armonica-mente, si procederà con la lettura di versi ispirati al tema della patria e della bandiera a cura di Elisa Ravanesi. “Auspico la più ampia partecipazione della cittadinanza – le parole del sindaco Andrea Agostini – alle celebrazioni in onore dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Una festa nazionale in cui l’Italia è chiamata ad onorare la sua storia, quella di uomini che concretizzarono il concetto di nazione e sacrificarono la loro vita in nome di un ideale. Ma la festa per i 150 anni rende anche onore al percorso che ha portato alla formazione di una coscienza dello Stato, un percorso attraverso tappe difficili, talvolta drammatiche, fino agli avanzamenti dell’era moderna ed al lento affermarsi di un’identità europea. Un cammino faticoso che prosegue oltre il 17 marzo, che ci appartiene e coinvolge tutti, che ci invita ad essere partecipi e protagonisti insieme, come cittadini d’Italia e d’Europa, in queste celebrazioni”.

PROVINCIA FERMO

L’UNITÀ D’ITALIA RICORDATA ATTRAVERSO LA MUSICA, LE PAROLE… E LE NOSTRE CALZATURE Nell’ambito delle celebrazioni per il 150° dell’Unità d’Italia, la Provincia si appresta a vivere giornate particolarmente pregne di iniziative. Mercoledì 16 marzo, alle ore 21 presso il Teatro comunale di Porto San Giorgio, si terrà il concerto dell’Orchestra e del Coro giovanili della Provincia di Fermo, mentre giovedì 17, alle ore 18 presso la Sala dei Ritratti di Fermo, Gloria e Andrea Strappa presenteranno il progetto musicale “Masse d’Italia. Sulle tracce di una storia d’Italia dall’unità a oggi”, con introduzione storica a cura di Luana Trapè. Entrambe le iniziative saranno ad ingresso libero. Infine, mercoledì 30 marzo, alle ore 17 presso la Sala Consiliare della Provincia di Fermo, il Consiglio Provinciale si riunirà in seduta solenne. In programma, oltre ad una Lectio magistralis del Prof. Alberto De Bernardi dell’Università di Bologna, la consegna di una copia della Costituzione della Repubblica italiana, edita dalla Provincia di Fermo, ad una delegazione di studenti. Da segnalare, infine, l’incontro avvenuto durante la mattinata di martedì 15 marzo tra il Presidente Fabrizio Cesetti e gli artigiani Franco Belletti di Sant’Elpidio a Mare e Gianni Cirilli di Monte Urano, membri dell’associazione ARF (Artigiani Riuniti del Fermano), tra i fautori della scarpa speciale per il 150°, riportante anche il logo della Provincia di Fermo.

SANT’ELPIDIO A MARE. LETTERA AUTOGRAFA DI GARIBALDI Ci sarà anche una lettera autografa di Giuseppe Garibaldi inviata da Caprera ai cittadini di Sant’Elpidio a Mare il 30 settembre del 1875 (con cui l’Eroe dei Due Mondi li ringraziava per aver celebrato 10 giorni prima il quinto anniversario della Presa di Roma del 20 settembre 1870) fra i documenti risorgimentali custoditi nell’archivio storico comunale che verranno esposti in una mostra allestita nella Sala del Foyer del Palazzo Comunale (inaugurazione mercoledì 16 marzo alle ore 21.30). L’esposizione, dal titolo “…l’Italia chiamò” (rimarrà aperta fino al 25 aprile negli orari di apertura degli uffici comunali) fa parte del calendario stilato per onorare il 150° anniversario della proclamazione dell’Unità d’Italia. Il programma prevede: mercoledì 16 marzo alle ore 21.30 l’apertura delle celebrazioni nella Sala Consiliare del Palazzo Comunale, quindi l’inaugurazione della mostra documentaria, una conferenza a cura dell'Academia Elpidiana di Studi Storici dal titolo “Vecchi, Garibaldi e la spedizione dei Mille”, la proiezione del film “Viva l'Italia ” di Roberto Rossellini a cura dell'Ente Contesa del Secchio e l’apertura straordinaria e gratuita della Pinacoteca Civica “V. Crivelli” e del Museo della Calzatura “V. Andolfi”. “Quello del 17 marzo è un giorno memorabile, di grande unità per tutto il nostro Paese. Siamo chiamati a conoscere le nostre radici ed ad essere orgogliosi di essere italiani proprio perché portatori di valori importanti” – ha dichiarato il sindaco Alessandro Mezzanotte che in occasione delle giornate del 16 e 17 marzo invita tutta la cittadinanza ad esporre la bandiera tricolore. “A solennizzare un evento così importante come il 150° anniversario della proclamazione dell’Unità d’Italia – ha aggiunto il sindaco - sabato 19 marzo alle ore 10.0 verrà inaugurata la nuova Scuola dell'Infanzia in località Castellano, a testimoniare come la scuola e l’istruzione siano il più alto atto di democrazia”.

I BAMBINI MUS-E DEL FERMANO AMBASCIATORI A TORINO Alla vigilia del giorno dedicato alla festa nazionale per l’Unità d’Italia, ieri mattina alle 10.30 presso la Sala Consiliare della Provincia di Fermo un’inusuale cerimonia d’investitura ha proclamato gli studenti di due scuole elementari “ambasciatori” di tutte le Scuole del Fermano a Torino in occasione dei festeggiamenti per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. L’iniziativa è nata dalla sinergia tra l’Associazione Mus-e del Fermano onlus, la provincia di Fermo e le amministrazioni comunali di Fermo e Monte Urano. Due delle classi, la classe V^ della Scuola primaria “L. Salvadori” di Fermo e della classe V^ C della Scuola primaria “Don Milani” di Monte Urano nelle quali opera l’associazione Mus-e del Fermano, parteciperanno infatti il 26 e 27 marzo p.v. a un viaggio a Torino dove oltre a visitare la prima capitale del Regno d’Italia prenderanno parte a un laboratorio di scambio con due delle classi di Mus-e Torino. Erano emozionati e contenti i cinquanta bambini seduti sui banchi della sala consiliare. Bambini italiani ma anche provenienti da molti altri Paesi del mondo, Albania, India, Cina, Costa d’Avorio, Marocco, etc., tutti con al collo le coccarde tricolori che loro stessi hanno costruito. Hanno ascoltato con molta attenzione l’alternarsi degli interventi dell’Assessore provinciale alla cultura, Giuseppe Buondonno; del Presidente di Mus-e del Fermano, Enrico Paniccià; del sindaco di Monte Urano, Francesco Giacinti e dell’Assessore alla cultura del Comune di Fermo, Maria Antonietta Di Felice e infine del Presidente della Provincia, Fabrizio Cesetti. Ha salutato i bambini anche un ospite d’eccezione, don Franco Monterubbianesi, fondatore della Comunità di Capodarco e oggi responsabile dell’Associazione “Noi, ragazzi del Mondo”. Tutti gli interventi hanno sottolineato l’importanza storica della ricorrenza dell’Unità d’Italia ma anche soprattutto il significato che questa festa deve assumere oggi, i valori di libertà e di integrazione di cui deve essere simbolo. Valori che si sposano benissimo con il progetto Mus-e che, attivo dal 2009 nella nostra provincia, si occupa di favorire l’integrazione e il superamento dei pregiudizi e delle discriminazioni tra i bambini attraverso laboratori artistici. Le finalità di Mus-e si inseriscono perfettamente nel tema dell’Unità d’Italia, l’Italia del futuro sarà sempre di più un’Italia multietnica che dovrà superare particolarismi sterili e non costruttivi e questi bambini entusiasti di festeggiare il compleanno del Paese in cui vivono, in cui vanno a scuola, dove vivono gli anni più importanti della loro formazione, ne sono una splendida testimonianza. L’ultima parola è spettata proprio ai bambini che hanno letto le loro riflessioni sull’Unità d’Italia e sul progetto Mus-e e considerato che la nostra provincia è sede di uno dei più importanti distretti calzaturieri d’Italia hanno giocato sulla forma a stivale della penisola leggendo una simpatica poesia sul tema. Gli alunni hanno poi regalato le coccarde tricolori a tutti i presenti. Infine due bambine, rappresentanti delle due classi, sono state vestite dal presidente Cesetti della fascia tricolore che, insieme a tutti i loro compagni di classe, le ha elette piccole ambasciatrici del sentimento di Amore e Speranza per il futuro del nostro Paese e dei suoi piccoli cittadini.  

PROVINCIA DI ASCOLI PICENO

ASCOLI PICENO Una mostra sulla 'Antica cartografia d'Italia' comprendente oltre 2 mila tra carte, stampe e vedute del Paese dal XV al XIX secolo, sara' in mostra ad Ascoli, presso il Palazzo dei Capitani a partire dal 17 marzo. L'annuncio e' stato oggi nel corso della presentazione delle iniziative promosse da Provincia, Comune e Prefettura locali, per celebrare il 150esimo anniversario dell'Unita' d'Italia. L'esposizione , con annullo filatelico delle cartoline e dei francobolli legati all'evento, propone una selezione delle carte storiche della "Collezione Brandozzi", curata dall'associazione "Giovane Europa". In mostra quasi cinque secoli di storia "italiana", oltre che europea, attraverso documenti,disegni, litografie e acqueforti riproducenti anche strade, confini e stati ormai scomparsi.Tra i pezzi piu' interessanti, una rara mappa di Cavour del 1861 - la "Carta Ufficiale dell'Unita' d'Italia" - che rappresenta la penisola in un originale prospettiva nord sud, fatta stampare dalla Societa' Editrice dell'Emilia, e contornata da 78 stemmi di citta', 15 vedute di monumenti, 46 ritratti di illustri personaggi italiani (scrittori, artisti, politici) e le raffigurazioni dei costumi dei 15 popoli dell'Italia preunitaria. La mostra, che approdera' al Senato della Repubblica nel mese di giugno, sara' aperta al pubblico fino al 30 marzo. Ad Ascoli Piceno, le celebrazioni prevedono anche incontri con gli studenti con consegna di un dvd prodotto per l'occasione e concerti dei corpi bandistici della zona ( mercoledi' 16 ),oltre a rassegne musicali e all'esposizione di una grande bandiera tricolore di 42 metri quadri di superficie sulla facciata del Palazzo dei Capitani, in Piazza del Popolo ad opera dei vigili del fuoco ( giovedi 17). Alla presentazione degli appuntamenti hanno partecipato oggi il Prefetto Pasquale Minunni, il Presidente della Provincia Piero Celani, il sindaco Guido Castelli, il curatore della mostra cartografica Gianni Brandozzi ed altri

SAN BENEDETTO Musica e parole sul Risorgimento Giovedì 17 marzo, il Comune di San Benedetto celebrerà il 150° compleanno dell’Italia Unita con una cerimonia in programma in sala consiliare alle ore 11. All’’evento è stato dato il titolo di “Musiche e parole sul Risorgimento” e prevede infatti, dopo l’intervento ufficiale del Sindaco dinanzi alle autorità civili e militari cittadine, un recital degli alunni della scuola Sacconi-Manzoni dal titolo “L’Italia unita nel sogno di poeti e letterati”. Mentre altri studenti, gli allievi del corso musicale delle scuola media “Cappella Curzi”, eseguiranno l’inno di Mameli (che aprirà la giornata) e la “Canzone italiana”, più nota come “Inno di Garibaldi”, scritto dal poeta ripano Luigi Mercantini. Per allietare la giornata saranno distribuiti ai cittadini coccarde, spillette e gadget tricolore. Gran finale con la torta tricolore preparata e distribuita dagli studenti dall’Istituto Alberghiero “Buscemi”. L’evento avrà poi il suo continuum ideale nello spettacolo “Musica e voci nella storia”, di scena alle 21 al Teatro Concordia per iniziativa del "Circolo dei sambenedettesi", "I Solisti Piceni" e la compagnia teatrale "Ribalta Picena".

 

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.