L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

domenica, 17 novembre 2019

Spending review sanità: “Una legge per combattere lo spreco di farmaci”

Erminio Marinelli, medico e consigliere regionale, è il promotore di una proposta di legge per il recupero e il riutilizzo dei medicinali non utilizzati. “La proposta – spiega Marinelli -, si basa su tre principi: la solidarietà sociale, la lotta allo spreco dei farmaci, la riduzione delle spese per il loro smaltimento.” “La legge è stata ispirata dal mio lavoro – prosegue -. Capita, talvolta, che i pazienti si rivolgano al medico per chiedere a chi consegnare i farmaci inutilizzati. Questo può infatti accadere quando è stata cambiata una terapia già prescritta o per effetti collaterali intervenuti durante una cura e, nei casi più gravi, per il decesso del paziente.” “Inoltre – aggiunge Marinelli -, l'invecchiamento della popolazione e l'aumento di malattie gravi come i tumori ci costringe a razionalizzare l'utilizzo di farmaci che spesso risultano anche molto costosi sia per i pazienti sia per la sanità regionale.”

Perciò, facendo riferimento alla legge finanziaria del 2008, Marinelli ha presentato a luglio una proposta di legge regionale, composta di sei articoli. La bozza prevede che possano essere restituite tutte le confezioni di medicinali in corso di validità, ancora integre e correttamente conservate. Le maggiori quantità di questi farmaci, secondo Marinelli, “sono in possesso di ospiti delle residenze sanitarie assistenziali o di famiglie che hanno ricevuto assistenza domiciliare.” Secondo la legge sono le Aree Vaste a doversi far carico del recupero. In questo processo Marinelli mira a coinvolgere le associazioni non lucrative di beneficienza, assistenza sanitaria o umanitaria riconosciute dalla Regione.

“Se le confezioni di medicinali sono riutilizzabili nell’ambito delle stesse organizzazioni di volontariato – spiega Marinelli -, si risparmiano vari passaggi e si abbattono i rischi di scadenza del medicinale durante il periodo di recupero e redistribuzione”. Per ovvi motivi sono esclusi dalla legge le medicine per le quali è prevista la conservazione in frigorifero a temperature controllate. La proposta Marinelli prevede che le Aree Vaste individuino, entro trenta giorni dal ricevimento del provvedimento stesso, i punti di raccolta delle confezioni di medicinali destinati al riutilizzo, garantendo una distribuzione uniforme sul territorio regionale. Infine la legge istituisce la necessità di promuove la cultura del recupero con campagne d’informazione che spieghino le modalità di donazione per la solidarietà sociale e il contenimento della spesa farmaceutica.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.