L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

sabato, 20 luglio 2019

E' morto il deputato del Pd Massimo Vannucci

E' morto a 55 anni il deputato del Pd Massimo Vannucci. Era malato da tempo. Nato a Macerata Feltria, Vannucci aveva cominciato la sua carriera politica come segretario comunale del Pci, nel 1977. Sindaco del suo paese dal 1999 al 2000, e' stato eletto per la prima volta segretario regionale dei Ds nel 2001. Nel 2006 fu eletto alla Camera con i Ds, rieletto nel 2008 con il Pd. Ha sempre continuato a lavorare nell'azienda di famiglia, la Pascucci e Vannucci costruzioni.

Il segretario regionale del partito Democratico Palmiro Ucchielli ricorda l’amico Massimo Vannucci. “ E’ per me difficile dividere il politico Massimo, di grande spessore e competenza dall’amico che è stato. La nostra vita annovera tanti momenti di condivisione di battaglie per le quali ci siamo spesi. Ricordo ancora quando da ragazzo vestiva la divisa di arbitro. Proprio quel ruolo lo aveva fortificato nel dirimere prima le asperità in un campo da calcio poi quelle in politica, di cui è stato grande interprete. A nome mio personale e di ogni singolo iscritto del PD delle Marche esprimiamo le più sentite condoglianze e ci stringiamo alla famiglia in questo doloroso momento. A noi piace ricordarne la gentilezza dei modi e la naturale capacità di sintesi che ci permetteva di andare oltre, tutti insieme. La grande disponibilità verso tutti, soprattutto gli ultimi, rimarrà indelebile ricordo. Ci mancherai tantissimo, grazie Massimo.”

Cordoglio del presidente della Provincia di pesaro Matteo Ricci per la scomparsa di Massimo Vannucci: «Provo un dolore immenso. Ci lascia un grande uomo, che amava la vita e la sua terra. E’ stato un politico di spessore, caratterizzato da eccezionali qualità umane. Si è speso con straordinaria energia, senza mai risparmiarsi, in favore di tutte le “battaglie” per il territorio. Ma soprattutto era un amico. Sono vicino alla famiglia in questo momento di dolore».

"Un grande dolore personale e un vuoto politico difficile da colmare. Con Massimo scompare un grande interprete del cambiamento che ha caratterizzato la nostra regione negli ultimi quindici anni, all'insegna della crescita economica, della coesione sociale e della tutela del patrimonio ambientale e culturale delle Marche. La sincera passione per una politica al servizio del territorio e degli interessi delle popolazioni marchigiane hanno contraddistinto la sua attività, sempre e ovunque svolta con competenza e rigore, ma anche con grandi doti umane, ricche di simpatia e cordialità. A Massimo siamo grati e lo ricorderemo per l'attento e generoso impegno di dirigente di partito, grazie al quale ha contribuito a costruire un forte e radicato centrosinistra nelle Marche". Così il commissario straordinario della Provincia di Ancona Patrizia Casagrande ricorda con affetto Massimo Vannucci, scomparso oggi all'età di 55 anni.

Cordoglio anche da parte di Luca Ceriscioli sindaco di Pesaro: "La scomparsa dell’on Massimo Vannucci suscita cordoglio profondo e sincero oltre che dolore in me come amico e come amministratore pubblico. La giovane età, la sofferenza per il male che lo attanagliava velata da una sopportazione piena di dignità, ce lo hanno fatto sentire umanamente vicino in questi mesi. Ed oggi sentiamo forte il senso di una perdita vera. Ci verrà a mancare qualcosa di molto concreto. Vannucci è stato un politico che nella concretezza anche delle piccole cose, del fare delle cose utili per il territorio o per le persone, ha incarnato il suo riformismo autentico e il suo modo di fare politica. Nel Parlamento nazionale, sempre fra i più presenti finché il male glielo ha consentito, ha costantemente lavorato per aiutare a risolvere piccoli e grandi problemi del territorio, in stretto rapporto con gli amministratori locali. Del resto il suo essere stato piccolo imprenditore e sindaco gli avevano dato questa impronta di concretezza in un orizzonte di giustizia e solidarietà. Ecco perché ci mancherà. Alla sua famiglia, al suo e mio partito, esprimo le più sentite condoglianze mie personali e quelle della Amministrazione comunale di Pesaro".

Il Segretario Provinciale Udc di pesaro Alessandro Rosati: "Esprimo a titolo personale e di tutto l’UDC Provinciale profondo cordoglio per la scomparsa dell’On. Massimo Vannucci: un caro amico prima di tutto, un ottimo parlamentare all’interno del panorama italiano, un grande amministratore idealista e concreto allo stesso tempo. Ho avuto la fortuna di conoscere Massimo 15 anni fa all’interno della Comunità Montana del Montefeltro, lui politico di lungo corso, io novellino alla prima esperienza, …, e pur essendo su sponde opposte, abbiamo potuto iniziare una proficua e collaborativa amicizia, fatta di molti consigli da parte Sua, e qualche frecciatina da parte mia. Alla mia nomina da Segretario Provinciale è stato uno dei primi, se non il primo dei c.d. “avversari” a complimentarsi, e successivamente a tessere le mie lodi a Roma. Credo che tutta la ns. regione, gli amministratori del territorio di qualsiasi appartenenza politica, i compagni di partito e gli avversari politici ne sentiranno la mancanza per le cose fatte, per il suo adoperarsi nella quotidianità sia per i cittadini e sia per le istituzioni. E'stato un ottimo politico ed un caro amico … Ciao Massimo un caloroso abbraccio ai parenti tutti"

Pellegrinaggio

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.