L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

martedì, 16 luglio 2019

Siccità estiva, crolla del 30% raccolto castagne

Crolla la produzione di castagne a causa della siccità estiva. Secondo una stima Coldiretti, l’estate calda di quest’anno ha portato a un calo superiore al 30 per cento rispetto alla media, per un raccolto che dovrebbe attestarsi attorno ai 5mila quintali. Ma, oltre alla siccità, hanno pesato anche i problemi causati da un parassita il “Cinipide galligeno del castagno” proveniente dalla Cina che sta distruggendo gli alberi. Secondo elaborazioni Coldiretti su dati Istat, nelle Marche sono 850 gli ettari di castagneti in produzione, curati da circa 540 aziende. La maggior parte (ben il 94 per cento) si trova nell'Ascolano, davanti al Maceratese (4 per cento), mentre le altre tre province (Fermo, Pesaro, Ancona) rappresentano assieme il restante 4 per cento. Tre sono i tipi di castagne presenti nell'elenco ufficiale dei prodotti agroalimentari tradizionali: marrone del Montefeltro, marrone di Acquasanta Terme e marrone di Roccafluvione. Coldiretti invita i consumatori a prestare attenzione alla qualità e all'origine, magari frequentando le sagre in programma in questi giorni oppure rivolgersi alle imprese agricole acquistando direttamente nei mercati e nelle Botteghe di Campagna Amica.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.