L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

venerdì, 18 ottobre 2019

Carovana dalla Tunisia alla Libia. Raccolta fondi e materiale per i campo profughi al confine libico

Le associazioni locali “Ambasciata dei diritti" e “Ya Basta! Marche” hanno intrapreso in questi giorni una importante iniziativa di carattere umanitario in risposta ad una gravissima emergenza di cui si stanno facendo carico alcuni gruppi volontari, la Mezzaluna Rossa e la popolazione tunisina.  Nel sud est della Tunisia, al confine con la Libia, migliaia di persone vivono oggi ammassate nel campo profughi di Ras Jadire. Qui, uomini, donne e bambini in fuga dalla Libia, ma anche dalla Somalia e dall'Eritrea, stanno sostenendo una situazione di drammatico disagio: la Mezzaluna Rossa ed altre organizzazioni di soccorso spontanee hanno allestito tende e creato presidi per affrontare le emergenze mediche più gravi e per distribuire pasti. Mancano però medicinali, strumentazioni mediche e chirurgiche, latte per bambini, ed altri beni di prima necessità. Queste organizzazioni di volontari sono formate da gruppi spontanei di studenti, docenti, lavoratori, medici e avvocati volontari che si sono auto-organizzati per far fronte all'emergenza umanitaria: oramai da settimane provvedono al reperimento dei materiali di prima necessità che poi trasportano fino ai campi profughi. Sono realtà non governative che nascono dallo stesso tessuto sociale che è stato protagonista della “rivolta dei gelsomini”, soggettività di fatto non ancora formalizzate perché fino ad ora vietate dal passato regime. Da queste reti di solidarietà è arrivato, per mezzo delle associazioni “Ambasciata dei diritti” e “Ya Basta!”, una richiesta di aiuto per far fronte alla grave situazione che si è venuta a creare nei campi profughi. In questi giorni stiamo contattando operatori medici e farmaceutici, le associazioni e le altre realtà sensibili della città affinché collaborino nelle raccolta dei beni e di medicinali che le organizzazioni volontarie e la Mezzaluna rossa ci hanno richiesto a sostegno dei profughi.

Anche da Macerata partiremo il prossimo 8 aprile per raggiungere il confine libico e il campo profughi per distribuire i materiali raccolti e per dare sostegno alle vittime della guerra e della repressione del regime di Gheddafi.

"Facciamo appello alla cittadinanza per raccogliere materiale farmaceutico da consegnare ai campi profughi: da lunedì a mercoledì verrà allestito un punto di raccolta presso l'Ambasciata dei Diritti in via Pannelli, snc a Macerata, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. Per informazioni sull'organizzazione e per partecipare alla raccolta del materiale è possibile telefonare al numero 339/7205871 o inviare un’email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Per la raccolta fondi è possibile effettuare la propria donazione al C/C Banca Etica dell'Associazione Ya Basta! Marche IBAN IT41R05018028 0000 0000 112064, indicando come causale "Carovana Tunisia".

Programma della Carovana 2 Aprile - Reperimento di medicinali e fondi con l'allestimento di gazebo e punti di raccolta nella giornata di mobilitazione nazionale (nelle Marche il pomeriggio concentramento in Ancona - Piazza Roma h.17,00) 6 Aprile - Partenza da Civitavecchia del carico con materiali sanitari e strumentazioni mediche 7 Aprile - Partenza in aereo dall'Italia per Tunisi 8 Aprile - Tunisi: in tarda mattinata incontro della carovana italiana con i volontari tunisini e conferenza stampa - Incontro organizzativo con la Mezzaluna Rossa. - Nel pomeriggio incontro della delegazione italiana con i protagonisti della rivolta all'Università 9 Aprile - Partenza della carovana verso Cita Benghardane, provincia di Tataouine, confine Ras Jadir, a circa 600Km da Tunisi. Il viaggio sarà organizzato insieme alla Mezzaluna rossa che si occuperà del trasporto dei materiali arrivati dall'Italia - Distribuzione dei medicinali nel campo profughi - Pernottamento al campo profughi in tendoni allestiti appositamente per la delegazione della carovana 10 Aprile - Partenza dal campo profughi e ritorno a Tunisi 11 Aprile - Rientro in Italia Il programma è in evoluzione e nei prossimi giorni sarà ulteriormente integrato. Info e contatti: tel 328/6505665 - email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Materiali necessari Maschere d'ossigeno e maschere sterili (Adulti e Bambini) Bombole di ossigeno: grandi piccole (portabili) Strumenti: Forbici Pinze per dissezione Pinze Kouchner Porta-aghi Bisturi Bottiglie per toracotomia Aspiratori Cartelle cliniche Letti per malati Elettroshock Laringoscopio (maschere di intubazione) Apparecchi per misurare la pressione (Adulti e Bambini) Lenzuola e coperte Apparecchi per l’elettrocardiogramma Bronules e diffusori Sonde Gastriche Garze + guanti sterili Bende di fissaggio e compressive Bende di garza Gesso Filo di sutura Siringhe Medicine: Adrenalina Soluzioni per flebo (hemacell. SG; soluzione fisiologica, Ringer …) Idrocortisone, Soludecardon, Unisex, dexamedis….. Atropina Dopamina Spasfon, Spamed Tagamet, Uldine, Lanzopral… Gardènal, Valium, equant Lysanxia,temesta S.A.T. Antibiotici, (bristopen,augmentin,clavor…) Antidiabetici (Metformine, daonil….) Anti-ipertensivi (fludex,adaiate,loxen…) Ansiolitici (Lysanxis, temsta,Tranxene,….) Analgesici antipiretici (panadol, Zaldiar, Aspegic- Perfalgan….) Antinfiammatori Materiale ortopedico Fissatori esterni Viti da corticale Perni di tutti i diametri Placche ortopediche Gesso

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.