L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

lunedì, 14 ottobre 2019

Acqua bene pubblico, un milione di cittadini dicono si al referendum europeo

Sono più di un milione le persone che hanno sottoscritto il referendum europeo per far si che l’acqua sia un bene pubblico. Soddisfazione del Presidente della Commissione Politiche Europee, Adriano Cardogna. “L’acqua è un bene pubblico non una merce”. Questo il concetto di fondo che è alla base dell’iniziativa referendaria portata avanti a livello europeo e che ha visto più di un milione di cittadini pronunciarsi per un si. “Sono estremamente lieto di questo risultato – ha detto in proposito Adriano Cardogna, Presidente della Commissione regionale per le Politiche Europee – perché vede premiato l’impegno del Consiglio regionale delle Marche per far si che l’acqua resti un bene di tutti e quindi che resti in mano pubblica.”

L’Assemblea legislativa, infatti, proprio su iniziativa del Consigliere Cardogna ha approvato nell’ottobre 2011 una mozione che ha visto poi la Regione Marche presentare ricorso, presso la Corte Costituzionale, per rendere illegittima la norma varata dal Governo Berlusconi sull’affidamento del servizio idrico ai privati. Sull’argomento gli Italiani si erano già pronunciati con un referendum dicendo “no” alla privatizzazione. "Un no che il Governo ha cercato poi di ignorare dimenticando il volere di ventisette milioni di cittadini".

Ora con il referendum europeo, introdotto dal Trattato di Lisbona e cui si accede attraverso il web, i cittadini dei 27 stati membri invitano la Commissione europea a proporre una norma giuridica sulla questione. “Con questo esito referendario – prosegue Cardogna – si chiede che ai cittadini europei siano garantiti, in misura sufficiente, acqua potabile e servizi igienico – sanitari sottraendo la gestione delle risorse idriche a qualsiasi forma di liberalizzazione. Attendiamo ora l’atto dell’Unione Europea che sarà finalmente norma legislativa inequivocabile.”

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.