L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

mercoledì, 18 settembre 2019

Al via la prima agenzia per le imprese, sedi operative in Marche e Veneto

Sara GianniniLa prima Agenzia per le imprese aprirà le sue sedi territoriali nelle Marche e in Veneto. Il via libera all’attivazione del nuovo tipo di organismo – volto a facilitare e snellire lo svolgimento di adempimenti burocratici per le Pmi - è stato dato oggi dal ministero dello Sviluppo economico , dopo una riunione con le prime due Regioni interessate. L’Agenzia è stata promossa da Confcommercio.

Le Agenzie per le imprese sono state previste dalla legge n. 133 del 2008 e successivamente disciplinate dal regolamento n. 159 del 2010. L’attuazione concreta della misura era tra gli obbiettivi di programma del ministero dello Sviluppo economico. Si tratta di organismi privati, promossi in genere dalle associazioni imprenditoriali, che possono svolgere direttamente attività amministrative, facendo le veci delle diverse amministrazioni coinvolte (ad esempio, delle Aziende sanitarie locali, dei Vigili del Fuoco e, in particolare, dei Comuni). Gli imprenditori potranno così rivolgersi direttamente alle Agenzie per depositare, ad esempio, tutta la documentazione necessaria per avviare, trasformare, trasferire o chiudere l'attività di impresa.

Le Agenzie verificheranno la regolarità della documentazione e rilasceranno un attestato che, a seconda dei casi, consentirà alle imprese l'avvio immediato delle attività o, comunque, una significativa riduzione di tempi e costi per l’espletamento delle procedure. L’attività delle Agenzie potrà essere svolta solo previa autorizzazione rilasciata dal ministero dello Sviluppo economico, dietro proposta delle Regioni territorialmente competenti.

“Le Agenzie per le imprese possono alleviare molto carico burocratico che grava sulle Pmi e ne rallenta la competitività - ha dichiarato il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera - Con la prima Agenzia che si avvia oggi, diamo concreta attuazione a uno strumento di semplificazione richiesto da diversi anni. Il modello dell’Agenzia ora può solo espandersi e rafforzarsi, così da svolgere un ruolo significativo nell’abbattimento del mare magnum di burocrazia che rallenta il nostro sistema produttivo. Ringrazio Confcommercio e le Regioni Marche e Veneto, che hanno lavorato con noi per avviare questa prima sperimentazione” ha concluso Passera.

Per Sara Giannini, assessore alle Attività Produttive della Regione Marche “si tratta di un passaggio importantissimo per semplificare la vita alle imprese. Ci fa piacere iniziare questa sperimentazione proprio dalle Marche, oltre che dal Veneto, perché in questi anni abbiamo voluto dare grande priorità alle esigenze delle Pmi. Con l’Agenzia delle imprese sarà più facile per tutti gli operatori gestire l’avvio dell’attività e le diverse incombenze amministrative della vita quotidiana”.

"Uno strumento utilissimo che punta a semplificare l'attività delle imprese - ha commentato il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca -Non è un caso che siano state scelte le Marche. Con il loro denso tessuto di micro, piccole e medie imprese, che ne fanno la regione più industrializzata d'Italia in rapporto alla popolazione, le Marche sono infatti terreno ideale per l'avvio di nuovi strumenti di sostegno alle aziende per lo snellimento delle pratiche burocratiche. Di più: la peculiarità del sistema manifatturiero marchigiano, tra i più vari d'Italia dal punto di vista merceologico, rende ancora più prezioso il supporto degli sportelli che si aggiungono agli strumenti di assistenza alle imprese già avviati dalla Regione".

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.