L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

lunedì, 21 ottobre 2019

La scomparsa di Pietro Zampetti, il cordoglio di Spacca e Marcolini

"Con Pietro Zampetti  scompare un marchigiano che ha dato lustro alla nostra terra, portando la sua elevata cultura anche fuori dai confini della regione". Parole del Governatore Spacca dopo la notizia della scomparsa dello storico dell'arte. "Nonostante si fosse trasferito a Treviso, Zampetti è sempre rimasto molto legato alle Marche e le Marche lo sono sempre state a lui. Ricordiamo in particolare il prezioso contributo offerto dalla sua vasta cultura all'opera del Centro Beni culturali della Regione Marche. Rivolgo alla famiglia le condoglianze della Regione e le mie personali".

"La scomparsa di Pietro Zampetti - dice l'assessore regionale Marcolini - rappresenta una perdita per le Marche e per il mondo della cultura nazionale. Se ne va una persona estremamente sensibile e uno studioso competente e appassionato. Grande è stato il contributo che ha dato alla conoscenza e alla valorizzazione dei beni artistici, pittorici e monumentali delle Marche. Critico d'arte tra i più raffinati, la sua iniziativa si è estesa in modo sapiente all'organizzazione culturale, attraverso la direzione di importanti istituzioni culturali e al governo diretto e concreto delle politiche culturali. Ai familiari va il cordoglio del mondo della cultura marchigiano e dell'intera regione, che egli ha amato illuminandone le bellezze con il suo studio e la sua azione".

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.