L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

lunedì, 21 ottobre 2019

Maltempo Marche: danni, incidenti e treni bloccati

 

MARCHE - Raffiche di vento, pioggia e mareggiate. Tanti i danni causati dal maltempo che si sta scatenando sulle Marche. Nel pomeriggio, tragedia a Pesaro, dove un uomo è morto (leggi articolo)

CIVITANOVA - L'allerta meteo, annunciata da qualche giorno, non si è fatta attendere e il maltempo ha preso ad imperversare da ieri sera anche su Civitanova con raffiche fortissime di vento. Nella notte, la croce in cima alla Chiesa di Cristo Re si è pericolosamente inclinata. Questa mattina, alle 9, sono iniziate le operazioni di messa in sicurezza. Sul posto i Vigili del Fuoco e la polizia municipale, che ha chiuso il traffico della porzione di strada di via Matteotti, nel tratto davanti a Cristo Re. 

Tanti gli interventi, lungo la costa, da parte dei militari (leggi articolo)

ANCONA - Quattro squadre del Comune, composte da addetti al Magazzino e dell'Ufficio Verde sono al lavoro da questa mattina, affiancati da operai di ditte esterne, per porre riparo ai danni provocati dal maltempo, in particolare dalle raffiche di vento. I danni hanno riguardato principalmente la rimozione di alberi o grossi rami spezzati e il transennamento di edifici con elementi pericolanti, su segnalazione dei Vigili del Fuoco. Sul fronte del verde, le squadre si sono concentrate al viale della Vittoria, via del Castellano, via del Golfo, Barcaglione, Casine di Paterno, Angeli di Varano (dove la strada era bloccata da rami e arbusti divelti), via Leonardo da Vinci a Collemarino e in vie limitrofe. Le squadre sono intervenute per transennare palazzi in via Piave e in via Friuli e per tenere sotto controllo le grondaie dell'edificio delle scuole Tommaseo. In altri punti sono state individuate e rimosse pensiline divelte. L'allarme è scattato all'alba con il pronto coinvolgimento del Servizio di Protezione civile.

NEVE - Prima neve sulle piste di Frontignano e sul Monte Prata

PROVINCIA FERMO A seguito della richiesta pervenuta dal Dipartimento per le politiche integrate di sicurezza e per la protezione civile della Regione Marche, la Provincia di Fermo ha confermato l’apertura e la funzionalità della proprio Sala Operativa Integrata fino alle ore 20 di martedì 12 novembre. Il perdurare della situazione di maltempo ed il conseguente innalzamento dei livelli dei corsi d’acqua, infatti, richiedono una costante attività di monitoraggio e di coordinamento operativo su tutto il territorio. Riguardo alla viabilità, a causa delle forti raffiche di vento si segnalano alcuni alberi e rami caduti sulle strade di competenza provinciale, oltre a qualche piccolo riversamento di terra lungo le carreggiate. Al momento gran parte delle criticità sono state o risolte o opportunamente segnalate.

SANT'ELPIDIO A MARE -  Le piogge che hanno imperversato nel territorio tra la notte di domenica e la mattinata di oggi hanno richiesto interventi di parte della Polizia Municipale in diverse zone del territorio ma si è trattato di interventi collegati, per lo più, ad alberi caduti per via del vento. Sotto controllo i fiumi il cui defluire delle acque è apparso regolare così come non ci sono state emergenze collegate ad abitazioni. Due alberi sono caduti su della auto in via Porta Romana e via Vecchia Porto e diversi alberi, o porzioni di essi, sono finiti sulla carreggiata in diverse zone. Proprio alla rimozione di essi sono dovuti gli interventi in via Piane d’Ete, via Pozzetto, Fonte Lebrige, Lungo Tenna, Cretarola, Angeli, Don Benedetto Berdini, strada Santa Lucia. L’unica strada che è stata interdetta al traffico è la strada Santa Croce, a Casette d’Ete, perché allagata. “La Polizia Municipale si è messa in modo immediatamente, non appena si sono verificate delle situazioni di difficoltà dovute al maltempo – commenta il Sindaco, Alessio Terrenzi – e si è intervenuto in modo tempestivo per ripristinare condizioni di sicurezza lungo le strada. Strada Santa Croce è una strada di campagna che, per via delle copiose piogge, si è allagata ed è stato indispensabile disporne la chiusura. I fiumi sono risultati regolari e l’acqua caduta copiosa in queste ore è defluita regolarmene: questo non vuol dire che si sia abbassata la guardia. Si continuerà a tenere sotto controllo il territorio con l’auspicio che non si verifichino situazioni problematiche più serie”.

PESARO - Pioggia incessante, raffiche di vento oltre gli 80 km orari, alberi caduti, sgombero delle sedi stradali: oltre 50 gli interventi effettuati. Alle 13.39 l'Osservatorio Valerio ha reso noto che si è avuta una raffica di vento di 84,2 km/h. In seguito all'avviso di condizioni meteorologiche avverse emesso dal Centro Funzionale per la meteorologia e l'idrologia della Regione Marche che segnalava precipitazioni piovose molto elevate associate a forti raffiche di vento e mareggiata con altezza d'onda attorno ai 2/3 metri lungo la costa e 5/6 metri in mare aperto, il Centro Operativo comunale – Protezione Civile comunale si è attivato per far fronte all'emergenza. In seguito alle eccezionali raffiche di vento registrate dall'Osservatorio Valerio e alle precipitazioni piovose registrate a partire dalla serata di domenica 10 novembre con 43,8 mm., gli interventi che il Comune di Pesaro ha attivato si sono concentrati sullo sgombero delle ramaglie e delle numerose piante crollate sulle sedi stradali. In particolare, in collaborazione con il comando provinciale dei Vigili del fuoco, Aspes Ssp e Marche Multiservizi gli interventi sono stati concentrati nello sgombero e messa in sicurezza delle numerosissime piante crollate o danneggiate con sgombero delle sedi stradali delle relative ramaglie e detriti. Dalle ore 6.30 dell'11 novembre il personale del Centro Operativo e della Protezione Civile comunale ha compiuto oltre 50 interventi nelle aree del territorio comunale a monte della Ss Adriatica, mentre Aspes e M.Multiservizi si sono concentrati nella zona mare. Una particolare attenzione, in sinergia con il competente Ufficio della Provincia, è stata prestata, ed è tuttora in corso, al monitoraggio del fiume Foglia e del torrente Genica, a seguito dell'ondata di piena registrata alle ore 11.30 circa. Non si segnalano al momento esondazioni, salvo una criticità in corrispondenza del cantiere sotto il cavalcavia autostradale sul fiume Foglia ove è stato richiesto l'intervento di mezzi meccanici di Società Autostrade per il rinforzo dell'argine in tale area. Stante tuttavia il costante aumento del livello del fiume Foglia che sta raggiungendo livelli di guardia anche a causa del permanere di copiose piogge a monte del territorio comunale, resta alto lo stato di allerta. A tale scopo è stato disposto l'intervento di una squadra della Protezione civile comunale che ha diffuso un comunicato di allerta alla popolazione e alle attività industriali nella zona di via Lombardia e di via Gradara/Milano per evitare di parcheggiare e stazionare in locali seminterrati potenzialmente soggetti ad esondazione. La situazione rimane comunque critica ed in fase evolutiva. Lo stato di emergenza proseguirà fino al cessare delle condizioni meteorologiche avverse, previste almeno fino alle ore 12 di domani, martedì12 novembre.

TRENI Sta tornando progressivamente alla normalità la circolazione ferroviaria sulla linea Adriatica, fra Rimini e Ancona, rallentata questa mattina a causa del maltempo che sta interessando la zona. Nello specifico: • dalle 5.10 alle 8.40 fra Pesaro e Fano la circolazione si è svolta a senso unico alternato sul binario in direzione Bologna perché un treno regionale che percorreva l’altro binario è rimasto fermo a seguito di una mareggiata; • dalle 5.10 alle 6.50 la circolazione nell’ambito della stazione di Fano si è svolta a senso unico alternato. La linea di alimentazione elettrica dell’altro binario è stata danneggiata dalle forti raffiche di vento. Le conseguenze: 5 Frecciabianca hanno viaggiato con ritardi fra 60 e 90 minuti, 10 regionali con ritardi fra 60 e 150 minuti. Otto treni regionali sono stati cancellati.

A14 BOLOGNA - TARANTO: TRATTO RIAPERTO TRA SENIGALLIA E MONTEMARCIANO IN DIREZIONE ANCONA  Autostrade per l'Italia comunica che sull'A14 Bologna-Taranto, dalle ore 9.50 circa è stato riaperto il tratto compreso tra Senigallia e Montemarciano in direzione Ancona, precedentemente chiuso a causa di un incidente al km 196 in cui un'autocisterna adibita al trasporto gas si era ribaltata. Sul luogo dell'evento il traffico in carreggiata sud scorre su una corsia in deviazione, attraverso uno scambio di carreggiata, ed attualmente (ore 10) si registra 1 km di coda verso Ancona e 2 km di coda in uscita allo svincolo di Senigallia.. Costanti aggiornamenti sulle condizioni di viabilità vengono diramati da RTL 102.5 FM, Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV INFOMOVING in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840-04.21.21.

SERVIZIO IN AGGIORNAMENTO

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.