L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

martedì, 16 luglio 2019

Incidenti stradali, 99 morti in un anno nelle Marche

MARCHE - Nel 2012 si sono verificati 5.463 incidenti stradali con lesioni a persone che hanno causato la morte di 99 persone e il ferimento di altre 7.969.

Rispetto al 2011 diminuiscono, in misura superiore al dato nazionale gli incidenti (-16,4%), i morti (-23,3%) e i feriti (-15,8%). Per la regione, il bilancio dei morti nel 2012 si chiude con 30 decessi in meno del 2011: la mortalità regionale si riallinea quindi alla tendenza decrescente che ha caratterizzato l'intero periodo 2001-2012, con l'unica eccezione del 2011.

Il maggior numero di incidenti si è verificato in provincia di Ancona (1.680 casi, il 31% del totale regionale) mentre se ne sono rilevati 1.256 a Pesaro e Urbino (23%), 1.027 a Macerata (19%), 914 ad Ascoli Piceno (17%) e 586 a Fermo (11%).

Tra il 2011 e il 2012, il calo minore di incidenti e feriti si registra nella provincia di Ascoli Piceno che presenta anche la maggior incidenza di sinistri: la media di incidenti per mille abitanti, pari a 3,5 nelle regione, risulta di 4,3 (4,7 nel 2011). Nel 2012 i morti per 100.000 abitanti, sono 6,4 valore di poco superiore a quello nazionale (6 morti per 100.000 abitanti) e sensibilmente inferiore a quello registrato nella regione nel 2011 (8,4).

Tra le province i valori più alti dell'indicatore si riscontrano ad Ancona e Macerata (rispettivamente 7,4 e 7,5).

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.