L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

sabato, 20 luglio 2019

Caldo addio, venerdì arrivano i temporali

MARCHE - Il possente anticiclone africano Ciclope ha ormai i giorni contati.

Infatti iniziano a farsi più insistenti correnti instabili atlantiche che nei prossimi giorni porteranno allo sviluppo di temporali via via più diffusi sulle Alpi e localmente anche sugli Appennini centro-meridionali. Ilmeteo.it comunica che oggi il tempo sarà ancora in prevalenza soleggiato sulla quasi totalità del Paese con temperature ancora bollenti e punte di caldo fino a 35°. Le temperature roventi di Ciclope ci faranno compagnia almeno fino a venerdì, poi ci sarà la svolta. Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.ilmeteo.it annuncia il “canto del cigno” di Ciclope; venerdì ecco in arrivo i primi temporali molto forti, accompagnati anche da grandine che interesseranno gran parte delle regioni settentrionali, gli Appennini e zone interne ad essi. Sabato sarà la giornata peggiore, infatti nubifragi, violenti temporali, grandinate e possibili trombe d’aria si abbatteranno con violenza su gran parte delle regioni italiane, da Nord a Sud. Assisteremo ad un calo graduale delle temperature che torneranno nella media del periodo nel corso del weekend. Sanò però non si ferma qui, infatti in anteprima assoluta annuncia l’arrivo di Caronte, un anticiclone che riporterà di nuovo il caldo, forse più intenso e bollente di Ciclope.

Pellegrinaggio

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.