L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

mercoledì, 17 luglio 2019

Confidicoop Marche. Nel 2010 da imprese marche investimenti per 120 ML di euro (+41%)

Ammonta a centoventi milioni di euro il volume degli investimenti realizzati nel 2010 dalle imprese marchigiane grazie all'attività del Confidicoop Marche, con un aumento del 41 per cento rispetto all'anno precedente. I numeri sono stati resi noti nel corso dell'assemblea per il rinnovo delle cariche del Consorzio di garanzia per l'accesso al credito per pmi e cooperative marchigiane, nella sede di Ancona, in zona Baraccola. Un'attività, quella del Confidi che durante la crisi ha avuto un ruolo decisivo per la vita di numerose piccole e media imprese, soprattutto per il tessuto delle manifatturiero, che costituiscono la linfa vitale del sistema economico regionale. Tra i settori, quello che ha investito di più è l'agricoltura, con il 54 per cento del totale, davanti a servizi (19 per cento), industria (16 per cento) e commercio (9 per cento). Tra i servizi, si è investito di più i informazione e comunicazione e in tecnica, che assieme rappresentano la metà esatta della somma totale. Spostando il discorso a livello territoriale, il 63 per cento degli investimenti è stato effettuato nel territorio della provincia di Ancona, davanti a Pesaro Urbino (25 per cento), Macerata (8 per cento), Ascoli Piceno (5 per cento) e Fermo (3 per cento). Analizzando invece le tipologie di linea di credito utilizzate, il 2010 ha visto un aumento di quello a breve termine (il 20 per cento del totale, rispetto al 9 per cento del 2009), mentre gli impegni a medio e lungo termine sono passati dal 78 per cento di dodici mesi fa al 67 per cento attuale. Il segnale, secondo Confidicoop Marche, di una ripresa del mercato, seppure contenuta. "Siamo estremamente soddisfatti per i risultati conseguiti soprattutto perché abbiamo saputo intercettare i bisogni delle imprese associate, offrendo garanzie per l'accesso al credito ma anche una consulenza più generale - spiega Graziano Mariano, presidente di Confidicoop Marche -. Abbiamo rafforzato i legami con le categorie storiche all'interno del Confidiccop, dalla cooperazione all'agricoltura, ma siamo anche stati capaci di allargare l'attività a tutti gli altri settori produttivi, sostenendo l'imprenditoria giovanile. Il tutto grazie anche al supporto della Regione Marche e al coinvolgimento delle banche che operano sul territorio". Per il 2011-2013 è già pronto un piano industriale che prevede, tra le altre cose, la "promozione" a intermediario vigilato della Banca d'Italia, con l'iscrizione nel relativo elenco speciale, la crescita del volume delle garanzie, maggiore attenzione alle tipologie delle linee di prodotto creditizio, rafforzamento della presenza extra regionale, attivazione del fondo centrale di garanzia rischi e un maggiore sostegno alle imprese nei progetti di filiera.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.