L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

martedì, 16 luglio 2019

Insulti su facebook Ora si rischia il carcere

Ora è ufficiale. Chi offende su facebook rischia il carcere.

Alla base della sentenza, emessa dalla Cassazione, la separazione di una coppia. Dopo gli insulti postati sul social network da parte dell’ex marito nei confronti dell’ex moglie, è nato un processo per diffamazione. 

Così, gli ermellini, dopo una lunga camera di consiglio, hanno deciso, in via definitiva, che la diffamazione su Facebook deve essere considerata aggravata dal mezzo della pubblicità e che pertanto la pena da applicare può essere il carcere. 

Ancora non si conoscono le motivazioni, ma una cosa è certa: chi insulta sul social network oggi rischia l'accusa di diffamazione aggravata.

 

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.