L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

giovedì, 18 luglio 2019

Droga, alcool e gioco d'azzardo Un numero verde per aiutare i ragazzi e le loro famiglie

MARCHE - Dare un aiuto concreto ai genitori e alle famiglie di giovani e adolescenti sul fenomeno del consumo di droghe e di sostanze psicoattive legali e illegali.

E’ questo lo scopo della Campagna informativa “Chi (si) ama…chiama” lanciata dalla Regione Marche e presentata questa mattina dall’assessore regionale alle Politiche sociali, Loretta Bravi. “Plaudo a questa Campagna informativa – ha spiegato la Bravi durante la conferenza stampa – perché il concetto di dipendenza oggi è diventato molto pericoloso. L’iniziativa invita i cittadini, in particolare i genitori di giovani e adolescenti, a contattare il numero verde regionale 800.012277 per ricevere informazioni da parte di operatori professionali che effettuano una prima analisi dei quesiti ricevuti ed offrono un primo livello di informazioni. Valutato il caso, gli operatori possono orientare l’utente verso la rete dei servizi territoriali specialistici dell’ASUR, fissando un appuntamento con lo specialista. L’utente potrà quindi avere un incontro ed usufruire di un percorso di presa in carico, se ritenuto opportuno o necessario”. “Al fine di rendere più capillare ed efficace la diffusione delle informazioni – ha concluso l’assessore - la Campagna informativa prevede la diffusione di materiale cartaceo (manifesti, locandine, segnalibri) da apporre in luoghi strategici, oltre al supporto web all’indirizzo www.chisiamachiama.it, nonché tramite newsletter elaborata e veicolata con cadenza mensile. Naturalmente, tutto ciò che oggi presentiamo non intende fornire messaggi allarmistici né fornire messaggi che minimizzino i rischi”.

I risultati dell’Osservatorio Regionale sui Comportamenti d’Abuso nelle Marche hanno fatto emergere che gli utenti in carico al sistema regionale sono 7.959 (dato al 31/12/2014) di cui: 7544 in trattamento ambulatoriale e 415 in trattamento residenziale e semiresidenziale (comunità terapeutiche).

Rispetto alle dipendenze: 5.829 da sostanze illegali, 1.725 da alcol e 405 da gioco d’azzardo patologico. Per quest’ultimo i dati forniti dal numero verde regionale attraverso 727 contatti significativi nel 2014, indica che il 79% sono maschi e 21% femmine. Il profilo tipo è un giocatore maschio di età compresa tra i 40/60 anni (73%). Le persone che hanno difficoltà con i giochi sia legali che illegali, dichiarano di abusare di diverse tipologie di giochi a premio o con vincita. Il soggetto ha dimestichezza e pratica con tutti i tipi di giochi, ma la maggioranza ha particolari predilezioni per le video-lottery, slot e simili, mentre il target femminile si orienta maggiormente su giochi tradizionali quali il lotto.

Pellegrinaggio

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.